Montella PrismArredo
CilentoPolitica

Ospedale di Agropoli, Castiello: “subito un contocorrente per contribuire”

Il senatore a chi rivendica i meriti: "mettano mano al portafoglio e diano un generoso contributo affinché l'ospedale abbia i mezzi finanziari"

“Il risultato è stato raggiunto. Più di 30 posti per la terapia intensiva sono in via di allestimento”. Il senatore Francesco Castiello mostra soddisfazione per la riapertura dell’ospedale di Agropoli che si riattrezza come Covid Hospital.

“Tanti personaggi finora in sonno si sono all’improvviso risvegliate e litigano tra loro per rivendicare sulla stampa, sulle pagine Facebook e attraverso le interviste presso le televisioni locali, i meriti esclusivi per il risultato ottenuto – dice Castiello – A noi non disturbano queste sgomitate. Sono il segno di una reazione alla deprimente contingenza, per cui ognuno di questi si sente vincitore della gara. A noi interessa molto di più che tutti questi scalpitanti vincitori mettano mano al portafoglio e diano un generoso contributo affinché l’ospedale di Agropoli abbia i mezzi finanziari per il più efficiente e tempestivo funzionamento”.

“Spero che la Banca dei Comuni Cilentani, presente da tempo sul territorio agropolese, abbia aperto un conto corrente. Mi informerò al più presto e provvederò a dare il mio contributo. Se il c.c. non fosse stato ancora aperto pregherò il Presidente della Banca di provvedere subito alla sua apertura”, conclude.

Dell’ospedale ha parlato anche l’europarlamentare Isabella Adinolfi: “L’Ospedale di Agropoli verrà riaperto: i cittadini e il buon senso hanno prevalso.
Una struttura strategica che non doveva esser chiusa per innumerevoli motivi. Il diritto alla salute è inviolabile e in questi anni purtroppo i tagli alla sanità hanno privato i cittadini di tanti comuni di questo diritto.
Bisogna smettere di intervenire solo quando si presentano situazioni emergenziali, ma lavorare giorno per giorno al fine di evitarle”

Tags

5 commenti

  1. Sicuramente il merito non è dei 5 stelle, se ne stiano tranquilli e consapevoli che l’unico artefice di tutto ciò che sta avvenendo di nuovo ha un solo nome : Vincenzo De Luca

    1. Anonimo delle 15,51,stai fuori di testa con quello che dici,Vincenzo De Luca l’Ospedale di Agropoli,se fosse stata una persona per bene,doveva riaprirlo subito dopo la sua promessa fatta in campagna elettorale, e cioè circa quattro anni fà,adesso comunque va bene ma non c’è da osannarlo come stai facendo,il merito va a tutte quelle persone che,senza nessun colore politico,si sono impegnate affinchè fosse “costretto” a riaprirlo,capisci ammè.

  2. State fuori di testa tutt’e due. Il merito o, per meglio dire, (purtroppo) la causa della riapertura dell’ospedale di Agropoli è il covid-19! Diversamente questo ospedale non sarebbe stato cag..to nè dai 5stelle, nè dal PD e nè dal partito della topa!

  3. voi siete una banda di ignoranti tutti insieme invece di litigare unite le forze io mi vergognerei siete senza ospedale stste ancora a parlare dimenticavo ognuno pensa i fatti propri cosi non cresce mai Agropoli 21 mila Pecore siete Un Ospedale è un sacrosanto Diritto della Comunità dovreste amare un po la vita e il vostro Paese

  4. Il problema è che
    Gli Agropolesi non amano Agropoli, vedi anche la scelta politica, sembra che Agropoli non abbia nessuna persona degna di fare un programma per AGROPOLI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ti potrebbero interessare

Close

Hai Ad Block Attivo

Disattiva Ad Block su questo sito se vuoi continuare a leggere InfoCilento.it