Montella PrismArredo
AttualitàCilento

Coronavirus: ecco le prescrizioni dei vescovi

"Invitiamo tutti i fedeli durante le liturgie ad avere particolare cura nell’osservare le indicazioni"

Riceviamo e pubblichiamo integralmente, di seguito, la nota stampa da parte della Conferenza Episcopale Campana relativa alle disposizioni circa il COVID-19.

Noi, Vescovi della Campania, riuniti in preghiera e riflessione nel corso degli annuali esercizi spirituali, seguiamo con trepidazione l’evolversi della situazione relativa al contagio del coronavirus, chiedendo a Dio forza e costanza nella prova (2 Tim 2,12), sostegno e vicinanza ai malati e a quanti si prodigano presso i centri sanitari e di primo soccorso.

Inlinea con il Comunicato della CEI, n. 10/2020 del 5 marzo 2020, chefa riferimento al Decreto della Presidenza del Consiglio deiMinistri, del 4 marzo 2020, invitiamo i Parroci e gli OperatoriPastorali nelle Comunità ecclesiali ad attenersi alle disposizioniprecedentemente emanate e di prestare ora particolare attenzione aquanto viene indicato fino alla data prevista del 15 marzo p.v.

Invitiamotutti i fedeli durante le liturgie ad avere particolare curanell’osservare le indicazioni sanitarie per la tutela della personae nel rispetto della salute comune: mantenere distanza minima disicurezza, evitare contatti ravvicinati (segno della pace), riceverela santa comunione sulla mano e le altre dovute attenzioni a tuteladella propria persona e degli altri.

Nelconfermare la possibilità di celebrare l’Eucarestia e gliappuntamenti di preghiera che caratterizzano questo periodoquaresimale, osservando le particolari indicazioni previste, allaluce delle disposizioni ministeriali, confermiamo anche l’opportunitàdi sospendere, fino al 15 marzo p.v., gli incontri di catechismo, leattività oratoriali e quelle iniziative che potrebbero non garantirel’osservanza delle indicazioni sanitarie.

Desideriamointanto sottolineare che questo momento è occasione perintensificare la preghiera personale e le forme di preghiera comune,in piccoli gruppi, quali l’adorazione eucaristica prolungatae ilsanto rosario, con l’intenzione di invocare la grazia dellaguarigione dei malati, il conforto nell’impegno degli operatorisanitari e la fiducia per una rinnovata speranza di vita.

Percasi particolari, il parroco si rivolgerà al proprio Vescovo.

Mentresollecitiamo ogni persona, sacerdoti e laici, di saper crearecondizioni di vita sostenute da prudenza, attenzione eresponsabilità, rendiamo più vivo il senso della fede in Dio in unvissuto ecclesiale che sappia essere segno di fiduciosa speranzanell’affrontare gli sviluppi di questa situazione, collaborando conle istituzioni locali nel rendere effettivo l’impegno teso asuperare questo delicato momento della nostra vita.

Rivolgiamo al Dio, trino ed unico, fonte e destinazione della nostravita, la comune preghiera e supplichiamo l’intercessione dellaMadre nostra, Maria, salute degli infermi, in un filiale e comuneaffidamento.

Tags
Continua dopo la pubblicità

Comunicato Stampa

Questo articolo non è stato elaborato dalla redazione di InfoCilento. Si tratta di un comunicato stampa pubblicato integralmente.
Close

Hai Ad Block Attivo

Disattiva Ad Block su questo sito se vuoi continuare a leggere InfoCilento.it