Montella PrismArredo
CilentoPolitica

Servizio idrico, Castellabate interpella l’Ente idrico campano

Il sindaco Spinelli spiega le scelte dell'Ente

Il Consiglio Comunale di Castellabate, tenuto l’8 gennaio scorso, ha discusso del servizio idrico integrato, attualmente in gestione alla Consac gestioni idriche spa. La seduta, alla quale ha partecipato una folta rappresentanza della popolazione, si è tenuta su richiesta della minoranza per discutere dell’annullamento della convenzione attualmente in essere tra l’Ente e la Consac, a causa delle tariffe applicate dalla società.

Tale proposta di scioglimento così come formulata è risultata inammissibile in quanto in contrasto con la normativa vigente. È stata approvata invece la proposta della maggioranza con la quale si è deciso di procedere all’inoltro della richiesta all’Ente Idrico Campano di rivedere i bacini gestionali e assegnare il Comune di Castellabate al gestore Asis salernitana reti ed impianti spa.

«Come già ampiamente descritto durante il Consiglio Comunale, ribadisco che abbiamo approvato una proposta ragionevole e non dettata solo da populismi o slogan non attuabili perché contrari agli obblighi di legge che il Comune è tenuto a rispettare e che non consentono il prosieguo della gestione in forma autonoma di tale servizio», commenta il Sindaco Costabile Spinelli: «Ricordo pertanto che il gestore, fino a diverse determinazioni dell’Ente idrico campano, resta Consac, quindi le bollette recapitate salvo errori e verifiche che invito a fare, restano quelle in scadenza il prossimo 30 gennaio».

Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ti potrebbero interessare

Close

Hai Ad Block Attivo

Disattiva Ad Block su questo sito se vuoi continuare a leggere InfoCilento.it