CalcioSerie DSport

Serie D: L’Agropoli sconfitto a Sorrento

Decisivo il 2-1 di Figliolia ad inizio ripresa

Al ”Campo Italia” di Sorrento, l’Agropoli di Procopio cercava oggi di ottenere punti importanti per almeno sperare in una rimonta in classifica, data l’ultima posizione in graduatoria, facendo leva anche sulla buona tradizione stagionale contro squadre campane, che la vedeva imbattuta. Diverse novità di formazione per il tecnico calabrese nella prima gara del 2020: su tutte il ritorno dal primo minuto di Cappiello, dopo l’infortunio che lo aveva tenuto fuori a Val D’Agri. Tornava anche Sanchez tra i pali, mentre prima partita da titolare per Matrone. In avanti, abbastanza sorprendentemente, in coppia con l’ex Nola, andava Orefice, confermati a centrocampo Pagano e Proto. Panchina iniziale per Cozzolino e Solazzo. Per gli uomini di Maiuri, sorprendenti terzi, la formazione era quella annunciata alla vigilia con De Rosa a giostrare a centrocampo con le sue geometrie e la coppia offensiva Herrera-Figliolia. La cronaca del match: al 4′, sugli sviluppi di un calcio di punizione operato dal solito Herrera, andava subito in vantaggio il Sorrento: il più lesto di tutti ad arrivare sulla traiettoria era Cacace, dopo una sponda aerea di Alvino, nulla da fare per Sanchez. Quarto gol stagionale per il trentaduenne centrale difensivo di Maiuri. Al 10′ ci provavano ancora i costieri con Figliolia, palla che finiva fuori dallo specchio della porta, terminando alto, nonostante l’attaccante si trovasse in buona posizione. Due minuti più tardi lo imitava Alvino con il medesimo risultato. Erano i padroni di casa a fare la partita: ancora una deviazione aerea di Fusco che si spegne al lato, minuto 13. Dominio totale dei costieri che ancora ci provavano con l’ex De Rosa, il suo mancino dal limite terminava al lato. Un minuto più tardi buona sgroppata di Vitale sulla destra, La Monica tentava la volee, sfiorando la rete con palla che terminava leggermente alta sulla trasversale. Alla mezz’ora, dopo una fase di maggior rilassamento del Sorrento, ed una conseguente ripresa territoriale dei delfini, arrivava un’improvvisa luce a rischiarare il primo pomeriggio del 2020 agropolese: potente punizione dai trenta metri di Acunzo e palla che, complice una deviazione, si infilava dalla parte opposta dalla quale si era tuffato Scarano. Prima rete stagionale per il classe 98 di San Giuseppe Vesuviano, ex Gozzano e Fermana, cresciuto nelle giovanili del Napoli. Rete segnata alla prima conclusione verso la porta avversaria. Al 41′ occasione per il Sorrento con Vitale, ma Sanchez era attento e diceva di no con un bel tuffo plastico alla conclusione di sinistro,smanacciando oltre la traversa. Prima della conclusione del tempo c’era ancora modo di assistere alla conclusione di un ispirato Acunzo, con palla che terminava a lato, il minuto era il 44. Conclusione in diagonale e rasoterra dalla trequarti, dopo aver recuperato una prezioso pallone a centrocampo. Ad inizio ripresa subito un doppio cambio per l’Agropoli: dentro Leonetti al posto di Orefice e Solazzo al posto di Proto. La prima occasione della seconda frazione era di marca sorrentina, minuto 56: ancora attento Sanchez che compiva una super parata sul destro, di prima intenzione, ad opera di Figliolia. Palla che terminava in corner. Era solo il preludio al gol del giocatore salernitano in forza ai rossoneri: due minuti più tardi non si faceva pregare sfruttando l’assist di Masullo, deviato da Sanchez, e riportando, di testa, in vantaggio il Sorrento. Terzo gol stagionale per Figliolia, il secondo consecutivo, dato che nell’ultima gara del 2019 aveva anche bucato la rete della Gelbison. Al 61′ ancora in avanti i costieri con Vitale che raccoglieva una respinta della difesa agropolese a seguito di una conclusione di La Monica, la sfera si perdeva a lato. A cavallo tra il 65′ ed il 67′ due cambi per parte: nell’Agropoli un under per un under (Ceriani al posto di Guida in difesa), nel Sorrento fuori l’autore del secondo goal Figliolia, dentro Bonanno, attaccante ex Gela e Como. Al 69′ Procopio provava a dare più brio in avanti provando a sfruttare la velocità di Cozzolino, schierandolo al posto di Pagano, cinque minuti più tardi tentava la mossa Doto, in gran spolvero nell’amichevole contro la Virtus Cilento della scorsa settimana, che rilevava Cappiello. Una ripresa ricordata più per le sostituzioni che per le conclusioni. All’80’ però, ottima chance per l’Agropoli con il più ispirato del match in casa delfina, Diego Acunzo. Sulla sua punizione, però, Scarano diceva di no. Nei minuti successivi, compresi i cinque di recupero, i delfini tentavano qualche lancio in avanti, ma senza creare grossi pericoli. La gara quindi terminava sul 2-1 per il Sorrento. Il 2020 inizia quindi con un’ altra sconfitta per i delfini, seppur con un punteggio meno disastroso rispetto alle ultime uscite. L’ultimo posto in classifica, purtroppo, è sempre più solido. Domenica prossima, una sfida da Davide contro Golia: i delfini ospiteranno il Foggia di Corda al ”Guariglia”.

@Riproduzione riservata
Continua a leggere
Continua dopo la pubblicità

Bruno Marinelli

Bruno Marinelli (nato a Roma, ma agropolese di famiglia).Trasferitosi stabilmente nel Cilento ne apprezza le peculiarità culturali e turistiche che la rendono una terra speciale. Appassionato di sport,cultura e politica. Ama molto leggere. E'il responsabile della redazione sportiva di Infocilento.

Ti potrebbero interessare

Hai Ad Block Attivo

Disattiva Ad Block su questo sito se vuoi continuare a leggere InfoCilento.it