Montella PrismArredo
AttualitàCilentoIn Primo Piano

Vallo, stipendio degli operai Sarim a rischio

Il consigliere comunale Nicola Botti lancia l'allarme: "Comune non paga"

VALLO DELLA LUCANIA. “Ma i soldi della TARI dove vanno a finire? Dipendenti vallesi della SARIM rischiano di non percepire lo stipendio di dicembre e la tredicesima mensilità”. A lanciare l’allarme è Nicola Botti, consigliere comunale di minoranza.

Si ripropone un problema già vissuto con la Yele: i comuni non effettuano i pagamenti e a sua volta la società che gestisce il servizio di raccolta e smaltimento rifiuti non paga può pagare gli stipendi.

“La società SARIM – dice Botti – non intenderebbe pagare lo stipendio di dicembre e la tredicesima mensilità ai 20/25 dipendenti vallesi, ciò nonostante l’incontro tenutosi ieri con i sindacati! Il tutto perché SARIM non viene pagata dal comune di Vallo della Lucania (addirittura sembrerebbe da giugno)”. Il consigliere comunale ipotizza debiti per 500mila/600mila euro.

“Siamo prontamente intervenuti a favore dei dipendenti vallesi e delle loro famiglie, chiedendo all’ufficio di ragioneria di pagare immediatamente (almeno) una mensilità alla società appaltatrice”, ha poi annunciato Botti.

Tags

Ti potrebbero interessare

Close

Hai Ad Block Attivo

Disattiva Ad Block su questo sito se vuoi continuare a leggere InfoCilento.it