Gold Metal Fusion
CilentoCronaca

Casal Velino, rischia di annegare: salvato da infermiera inglese

Polemiche sui soccorsi

CASAL VELINO. Rischia di annegare, salvato da un’infermiera inglese. Accade sul litorale di Casal Velino dove lo scorso 7 agosto un turista sudamericano ha rischiato di annegare in mare in seguito ad un malore. Sono stati alcuni presenti ad accorgersi di quanto stava accadendo: il malcapitato è stato trascinato fuori dall’acqua e qui, in attesa dell’arrivo dei sanitari del 118, sottoposto alle cure di Sally Wright, un’infermiera inglese, proveniente da Nottingham, che si trovava sulla stessa spiaggia al momento dell’accaduto.

Il suo intervento è stato provvidenziale per salvare la vita all’uomo che ha poi potuto beneficiare del soccorso medico. Il caso, però, non ha mancato di destare perplessità tra i residenti e vacanzieri presenti.

Stando alle accuse, infatti, su quel tratto di spiaggia libera non sarebbe stato presente un bagnino; i sanitari del 118, durante la stagione estiva costretti a fare gli straordinari, sono giunto dopo circa venti minuti. “Se non ci fosse stata la donna inglese cosa sarebbe accaduto al povero malcapitato? Chi dovrebbe verificare che i comuni che ottengono la Bandiera Blu, rispettino effettivamente i requisiti?”, si chiede qualcuno nell’evidenziare l’assenza di un addetto al salvamento.

Soltanto pochi giorni fa, sempre sul sul litorale di Casal Velino, è morto un 71enne: Vincenzo Sorrentino, originario di San’Antonio Abate, stava nuotando quando probabilmente ha avvertito un malore che non gli ha lasciato scampo.

Tags

E' stato rilevato Adblock

Per favore disabilita Adblock su questo sito