Terme Cappetta
CilentoCronacaIn Primo Piano

Agropoli, morto in spiaggia: Saverio Gentili sesta vittima dell’estate cilentana

Ennesima tragedia in mare e si ripropone con forza il tema dell'assistenza sanitaria

AGROPOLI. Un altro morto nell’estate cilentana. Saverio Gentili, 75 anni, è soltanto l’ultima vittima. Ieri è deceduto sul litorale del Lungomare San Marco di Agropoli: era appena entrato in acqua per un bagno quando ha accusato un malore. Inutili i tentativi di rianimarlo, per l’anziano non c’è stato nulla da fare. Una tragedia che ripropone con forza il tema, da tempo dibattuto, della necessità di avere una maggiore assistenza sul territorio e una struttura sanitaria capace di rispondere realmente alle esigenze di un vasto comprensorio che nel mese di agosto vede aumentare considerevolmente le presenze.

Saverio Gentili è la sesta vittima dell’estate cilentana. Nei giorni scorsi due persone sono decedute mentre trascorrevano le loro vacanze lungo la Costiera cilentana. Il primo a Casal Velino dove il corpo di un turista di 71 anni è stato rinvenuto nello specchio d’acqua antistante la spiaggia in località Copacabana. Vincenzo Sorrentino originario di San’Antonio Abate stava nuotando quando probabilmente ha avvertito un malore che non gli ha lasciato scampo. Il 71 anni era in vacanza nella località Cilentana , ha perso la vita in pochi istanti. Neanche il tempo di chiedere aiuto. L’altro dramma a Palinuro dove un anziano turista residente a Nocera inferiore consumava un drink insieme alla moglie in un noto bar della località turistica, nel centro del paese, quando si è accasciato al suolo, a pochi passi dal bancone del bar ed è morto a causa di un malore che non gli ha lasciato scampo. L’uomo, 83 anni, in vacanza nella cittadina cilentana, si era recato al bar, al ritorno dalla spiaggia, per consumare una bibita fresca quando, all’improvviso, ha perso i sensi. I dipendenti del bar hanno allertato immediatamente i soccorsi che, giunti sul posto in poco tempo, non hanno potuto far altro che costatare il decesso di Domenico Alfieri.

Solo una decina di giorni fa la tragedia a Casa del Conte con la morte di un 53enne di Sarno sulla spiaggia di Baia Arena. Francesco Guidone funzionario dell’Inps conosceva bene il mare del Cilento, lo amava. Non avrebbe mai immaginato di morire stremato nel tentativo di rientrare a riva. C’era quasi riuscito ma quando lo hanno soccorso alcuni turisti presenti in spiaggia era già troppo tardi.

Pochi giorni prima un altra tragedia ad Agropoli è costata la vita a Biagio Manganelli appena 15enne, morto risucchiato dalla correnti mentre nuotava con il papà. Da Paestum a Sapri negli ultimi anni l’estate Cilentana ha fatto registrare un lungo elenco di morti. Ragazzini travolti dalle onde alte, trascinati dalle corrente. Anziani colti da malore a pochi passo dalla spiaggia.

Un mese fa circa l’altra morte tra Caprioli, nel comune di Pisciotta, e Palinuro: un uomo di 84 anni perse la vita mentre nuotava. Anche a lui un improvviso malore non ha gli ha lasciato scampo sotto gli occhi della moglie che era in spiaggia.

Tags

E' stato rilevato Adblock

Per favore disabilita Adblock su questo sito