Montella PrismArredo
AlburniAttualitàVallo di Diano

Un nuovo studio di fattibilità per riaprire la Sicignano-Lagonegro

Sarà a costo zero e prevede l’attivazione fino a Polla

Il senatore Francesco Castiello, del Movimento Cinque Stelle, ha annunciato uno studio di fattibilità a costo zero per la riapertura della tratta Sicignano – Lagonegro. L’interrogazione parlamentare n.4-01437 del marzo 2019 ha già segnalato la necessità di rivedere il treno nel Vallo e il Ministero guidato da Danilo Toninelli ha incaricato RFI di redigere uno studio di fattibilità ad hoc per l’apertura, senza aumentare i costi per un’elettrificazione non necessaria o per altri miglioramenti infrastrutturali non urgenti.

Il senatore nella sua nota menziona i treni Alstom Coradia iLint, a zero emissioni, e in attesa dello studio riepiloga quei punti che il Comitato sostiene da anni: dividere il ripristino per lotti funzionali (Sicignano-Polla, a spola e senza fermate; poi Polla-Montesano/Buonabitacolo con incrocio a Sala Consilina e Sistema di Controllo Marcia Treno; Montesano-Casaletto). Ovviamente risultano necessari i lavori sui Passaggi a Livello, da automatizzare, e da eliminare ove possibile.

Il senatore, anche in chiusura della sua lettera ufficiale, ribadisce la necessità di non far lievitare i costi con interventi non necessari alla funzionalità della linea ferroviaria.

“Il Comitato seguirà – si legge in una nota – la questione, nella speranza che abbia un seguito concreto”.

Tags

Ti potrebbero interessare

Close

Hai Ad Block Attivo

Disattiva Ad Block su questo sito se vuoi continuare a leggere InfoCilento.it