Trending

Agropoli: accorpamento scuole, il caso arriva al Tar

L' Istituto "G. Landolfi" si oppone alla deliberazione che vuole la dislocazione e l'accorpamento delle scuole materne di Agropoli

Il Comune di Agropoli si costituisce in giudizio davanti al Tar Campania. La notizia arriva da Palazzo di città. La ragione? La richiesta, da parte dell’Istituto “G. Landolfi” di Agropoli, di annullare la delibera con la quale si decideva di dislocare e accorpare le due scuole materne, “Mozzillo” e “Santa Maria delle Grazie”, oltre che quella relativa alla scelta di dislocare le aule nell’Istituto Landolfi.

Difeso dall’avvocato Erminio Passaro, il Comune ha proceduto immediatamente a costituirsi in giudizio, per tutelare le ragioni delle proprie scelte: “Per ragioni di opportunità logistica e funzionale” – facevano sapere da palazzo di città “le due scuole materne potrebbero essere accorpate in un unico plesso, così da creare un polo didattico che meglio risponda alle esigenze di fruibilità da parte dell’utenza e favorisca lo scambio e l’integrazione”.

Questa decisione, che nei mesi scorsi ha acceso polemiche e dato il via a manifestazioni di aperto dissenso da parte di tanti genitori, arriva, ora, dinanzi al Tar, pronta a trovare una soluzione definitiva.

Iscrivi anche alla nostra community su Facebook


CONTINUA A LEGGERE

Antonella Capozzoli

Si laurea nel 2013 in Lettere Moderne e nel 2016 consegue la specialistica in Filologia Moderna col massimo dei voti. Collabora all'organizzazione del Convegno Internazionale Boccaccio Angioino ( 2013) presso l'Università degli studi di Salerno. Pubblica il saggio " Il Decameron, la Fortuna e i mercatanti della seconda giornata" sulla rivista semestrale di letteratura e cultura varia " Misure critiche" ( 2014).