Agropoli: transazione con l’Eni. Comune pagherà 43mila euro

La società vanta un credito di 274mila euro per l'energia elettrica

AGROPOLI. Via libera ad una transazione per un credito vantato dall’Eni nei confronti del Comune. Nel 2016 la società fece pervenire a palazzo di città un decreto ingiuntivo per il pagamento di oltre 274mila euro, oltre interessi e spese della procedura per il mancato pagamento di fatture relative alla somministrazione di energia elettrica. Il credito è riferito agli anni 2013/2014.

Da lì è iniziata una contesa legale. Nel 2017 il giudice ha autorizzato la provvisoria esecuzione parziale del decreto per l’importo di quasi 43mila euro, mentre l’Eni, nel gennaio scorso, ha notificato un precetto per oltre 63mila euro. Grazie ad una transazione, però, la società ha rinunciato alla maggiore somma e accolto la proposta di rateizzazione.

Il Comune dovrà pagare 13mila euro entro il prossimo 30 maggio, 18mila euro entro il 30 giugno e 13mila entro il 30 dicembre. Nei giorni scorsi la proposta ha ottenuto il via libera anche della giunta comunale.

Iscrivi anche alla nostra community su Facebook


CONTINUA A LEGGERE

Gennaro Maiorano

Laureato in ingegneria si occupa di giornalismo dal 2013. Appassionato del Cilento e della sua natura si occupa principalmente di tematiche legate all'ambiente.