Nuova Elite
AttualitàCilento

Ospedale di Vallo, perplessità sul servizio trasporto secondario

Esternalizzazione del servizio. Come saranno ricollocati infermieri e autisti?

VALLO DELLA LUCANIA.C’è anche l’ospedale “San Luca”, insieme a quelli di Nocera Inferiore ed Eboli, interessati dalla manifestazione di interesse dell’Asl Salerno per la copertura a rotazione del servizio di trasporto secondario. Tale provvedimento, si legge nell’atto deliberativo, scaturisce dal fatto che le direzioni sanitarie dei presidi ospedalieri hanno avanzato istanza d’acquisto di nuove ambulanze, in quanto quelle in dotazione risultano oramai obsolete. Ciò sta determinando alcune perplessità da parte del sindacato Nursind.

Biagio Tomasco, segretario territoriale, ha inviato una missiva all’azienda sanitaria chiedendo informazioni sulla procedura, sulle modalità di ricollocamento degli infermieri e degli autisti del servizio di trasporto secondario e, relativamente al presidio San Luca di Vallo della Lucania, come mai non si è esternalizzato completamente il servizio come avvenuto ad Eboli e Nocera, considerata la carenza di personale che risulta più alta rispetto a quella degli altri due ospedali.

“Considerata l’esternalizzazione del mezzo con relativo autista, ci si chiede in che modo saranno impiegati gli autisti in forza al presidio, e atteso che il loro impiego lavorativo risulti fortemente ridotto, ci si chiede se tale esternalizzazione non causi un maggior esborso per le casse aziendali, atteso che detto servizio poteva essere ben effettuato dagli stessi che risultano essere in numero più che sufficiente alla bisogna”, dice Tomasco.

Infine un’ulteriore quesito: il segretario Nursind chiede se “corrisponda a verità la notizia secondo cui delle tre ambulanze da acquistare, l’unica per cui è stata disposta la sospensione dell’acquisto sia quella di Vallo della Lucania, cosa che se acclarata, non solo risulterebbe di difficile comprensione, attese le condizioni del mezzo oggi in dotazione al presidio, ma di più risulterebbe fortemente influenzante l’assegnazione oltre il periodo di sei mesi”.

Tags
Back to top button
Close

Hai Ad Block Attivo

Disattiva Ad Block su questo sito se vuoi continuare a leggere InfoCilento.it