Agropoli: comune parte civile nel processo contro gli “zingari”

Gli zingari hanno chiesto il rito abbreviato. Se concesso otterranno sconti di pena

AGROPOLI. Il Comune si costituisce parte civile nel procedimento che coinvolge il gruppo rom Marotta – Cesarulo. Si tratta dei soggetti coinvolti nell’operazione “Il Faro” accusati di furti ma anche di minacce al sindaco di Agropoli, Adamo Coppola e a membri delle forze dell’ordine.

Cinque di loro hanno chiesto il rito abbreviato. Ieri sono comparsi davanti al Gup del Tribunale di Salerno Vito Marotta (Corleone), Vito Marotta (Dumbone), Vito Marotta (classe ’90), Antonio Dolce ed Enzo Cesarulo (U’ Cavallaro). La decisione del giudice arriverà il prossimo 14 maggio. Qualora concessa, gli imputati potranno ottenere degli sconti di pena.

Nell’udienza di ieri mattina, inoltre, il Comune si è costituito parte civile nel procedimento e chiederà un risarcimento del danno a causa del “pregiudizio alla propria immagine”. L’incarico legale è stato affidato all’avvocato Antonio Cammarano.

Continua a leggere su InfoCilento.it


CONTINUA A LEGGERE
blank

Redazione Infocilento

La redazione di InfoCilento è composta da circa trenta redattori e corrispondenti da ogni area del Cilento, Vallo di Diano e Alburni. E' questa la vera forza del portale che cerca, sempre con professionalità, di informare gli utenti in tempo reale su tutto ciò che accade sul territorio.

2 commenti

Hai Ad Block Attivo

InfoCilento.it è un porale gratuito e si mantiene grazie alla pubblicità. Non adottiamo alcuna forma di pubblicità invasiva, fastidiosa o pericolosa. Per questo se vuoi continuare a usufruire dei servizi di InfoCilento.it disattiva AdBlock per questo sito. Per farlo clicca con il pulsante destro del mouse sull'icona di AdBlock e seleziona "Sospendi su questo sito". In questo modo potrai continuare a visitare InfoCilento.it e accedere a tutti i suoi contenuti. Grazie!