Gold Metal Fusion
AttualitàCilentoIn Primo Piano

Disagi al cimitero di Capaccio Paestum: “Frutto di politica scellerata

Appello al commissario: "Avvii le procedure di assunzione e obblighi la prossima amministrazione comunale politica a rispettare la legge".

“Quanto accaduto a Capaccio Paestum è frutto dell’azione della Paistom con l’azienda Tempor. I fatti registrati all’interno del cimitero sono nulla al confronto di quello che, con la mancanza dei servizi legati alla sicurezza stradale, potrebbe accadere. Qui il morto rischia di accadere davvero”. Così Angelo Rispoli della Csa provinciale commenta quanto sta accadendo nella società partecipata comunale che, da qualche settimana, ha licenziato tutti i dipendenti part-time e ha ridotto l’orario degli impiegati assunti a tempo indeterminato.

“Ribadisco la illegittimità di quanto sta avvenendo”, ha detto Rispoli. “Tutto deriva da una politica scellerata, che ha creato una società in house senza dipendenti e ha dati potere massimo a una società interinale che fa tutto a sua discrezione”.

Da qui l’appello al commissario prefettizio Rosa Falasca: “Avvii le procedure di assunzione e obblighi la prossima amministrazione comunale politica a rispettare la legge. La sua attività non si basa sul consenso e da tecnico può agire rispettando le regole. Ci auguriamo che questa idea venga presa in considerazione anche dalla prefettura di Salerno”.

Tags

E' stato rilevato Adblock

Per favore disabilita Adblock su questo sito