Affare Fatto
AttualitàCilentoIn Primo Piano

Capaccio Paestum, dischetti dispersi in mare possibili errori nel progetto

Eseguita la perizia disposta dalla procura

CAPACCIO PAESTUM. Una perizia tecnica avrebbe rivelato che vi sarebbe stata una disfunzione nella progettazione tecnica della griglia del depuratore di Varolato. Ciò avrebbe causato quello che è stato definito un vero e proprio disastro ambientale che ha determinato la dispersione in mare di migliaia di dischetti di plastica.

A chiedere la perizia era stata la Procura di Salerno che sta indagando sul caso. Gli studi sono stati eseguiti dal professore di meccanica razionale della facoltà di ingegneria dell’Università di Federico II, Paolo Masserotti. Le sue ricerche dovrebbero permettere anche di comprendere il livello di inquinamento prodotto.

Si cercano i responsabili di un episodio che ha destato scalpore: i dischetti vennero segnalati lungo le coste di gran parte d’Italia e anche in Francia. Di recente una tartaruga è stata trovata morta sul litorale campano; aveva ingerito anche uno di questi dischetti.

Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

E' stato rilevato Adblock

Per favore disabilita Adblock su questo sito