M’illumino di Meno: il Cai organizza un weekend in cima al Cervati

Un fine settimana al Rifugio Cervati all’insegna di uno stile di vita sostenibile ed in linea con l’ambiente montano che da sempre accompagna le attività associative del Club Alpino Italiano

In occasione dell’edizione 2019 di M’Illumino di Meno, giornata nazionale del risparmio energetico e degli stili di vita sostenibili, il CAI regionale della Campania, in collaborazione con il CAI Montano Antilia, aderisce all’iniziativa organizzando un fine settimana al Rifugio Cervati all’insegna di uno stile di vita sostenibile ed in linea con l’ambiente montano che da sempre accompagna le attività associative del Club Alpino Italiano.

“La nostra scelta di aderire alla manifestazione – ha dichiarato Raffaele Luise, presidente regionale del CAI Campania – è in linea con l’attività che faremo nel fine settimana del 2 e 3 marzo presso il Rifugio Cervati nel comune di Piaggine, struttura da sempre attenta verso politiche sostenibili per l’ambiente. L’illuminazione del Rifugio – prosegue il presidente – è garantita esclusivamente dai pannelli fotovoltaici, il riscaldamento viene alimentato con la legna secca raccolta nelle faggete circostanti e l’acqua potabile utilizzata proviene dalla vicina sorgente. Nella serata di sabato – conclude Raffaele Luise – inoltre, abbiamo chiesto ai gestori del Rifugio di organizzare la cena a lume di candela per focalizzare l’attenzione sulla necessità di evitare gli sprechi energetici.”

“La scelta di aprire una struttura in piena montagna – spiegano i gestori del Rifugio Cervati – è stata dettata dalla volontà di fornire ospitalità in alta quota agli escursionisti e agli sportivi che abitualmente frequentano il Monte Cervati, persone già con una particolare attenzione verso l’ambiente. Da quando abbiamo aperto abbiamo deciso – proseguono i ragazzi di Piaggine – in linea con la natura che ci circonda, di non utilizzare piatti e posate di plastica, di non somministrare cibi monodose, di far pranzare i nostri ospiti in un unico piatto e di scrivere il nome sui bicchieri per conservarli durante tutta la loro permanenza presso la struttura.

Continua a leggere su InfoCilento.it


CONTINUA A LEGGERE
blank

Katiuscia Stio

Laureata in Filosofia. Inizia l'attività giornalistica nel 1999 collaborando con vari giornali locali, mensili, web e realizzando servizi per una rubrica in onda su Telecolore. E' stata socia di associazioni culturali per la promozione e valorizzazione del territorio di cui ha curato la comunicazione e l'organizzazione e animatrice di gruppi di azione locale. Nel tempo ha collaborato con i quotidiani Cronache, La Città, attualmente è corrispondente de Il Mattino. Dal 2014 entra a far parte della famiglia di Info Cilento.

Hai Ad Block Attivo

InfoCilento.it è un porale gratuito e si mantiene grazie alla pubblicità. Non adottiamo alcuna forma di pubblicità invasiva, fastidiosa o pericolosa. Per questo se vuoi continuare a usufruire dei servizi di InfoCilento.it disattiva AdBlock per questo sito. Per farlo clicca con il pulsante destro del mouse sull'icona di AdBlock e seleziona "Sospendi su questo sito". In questo modo potrai continuare a visitare InfoCilento.it e accedere a tutti i suoi contenuti. Grazie!