Polla: ecco “Via Casa Comunale”, la residenza per i senza tetto

Via Casa Comunale, l'iniziativa dell'amministrazione Giuliano

POLLA. Si chiama “Via Casa Comunale” ed è la via dove avranno la residenza i senza tetto. Un’iniziativa particolare quella della giunta guidata dal sindaco Rocco Giuliano. Di fatto “Via Casa Comunale” non esiste ma permetterà l’iscrizione anagrafica e la certificazione dei senza fissa dimora che come tutti i cittadini hanno il diritto a richiedere l’iscrizione anagrafica per sé e per i propri familiari anche se un luogo fisso non ce l’hanno.

Nella virtuale “Via Casa Comunale”, quindi, saranno iscritti i senza tetto che richiedono l’iscrizione nei registri anagrafici a Polla, pur senza avere un posto stabile in cui stare.

La residenza dei senzatetto è regolata dalla legge la quale prevede che anche coloro che dimorano in maniera non occasionale sul territorio nazionale debbono essere iscritti in anagrafe. Questo principio risponde ad una duplice finalità: garantire il diritto all’iscrizione anagrafica di tutti i cittadini; assolvere all’interesse pubblico alla registrazione di tutta la popolazione stabilmente presente sul territorio nazionale.

Ovviamente i clochard non hanno un luogo in cui soggiornare; è allora possibile ottenere una residenza anagrafica vincolata al possesso di un domicilio, cioè di un posto dove si vive in maniera stabile ma che non deve per forza essere un’abitazione: può trattarsi, infatti, di una stazione ferroviaria, della famosa panchina del giardino (non una qualsiasi ma proprio quella panchina) quel tale cavalcavia, addirittura una grotta, anche se non arredata, ecc…

CONTINUA A LEGGERE

Filippo Di Pasquale

Laureato in giurisprudenza, collabora con InfoCilento occupandosi di cronaca attualità e cultura. E' appassionato di musica, eventi e tradizioni locali. Segue con attenzione gli sviluppi sociali del territorio del Vallo di Diano e del Cilento.

Sostieni l'informazione indipendente