Polemiche ad Aquara, Brenca attacca Marino: “apparenza e propagandismo”

Botta e risposta tra ex ed attuale sindaco

AQUARA. Botta e risposta tra Pasquale Brenca e Antonio Marino. Brenca, ex sindaco, attuale consigliere di opposizione del gruppo Aquara Riparte, accusa l’amministrazione Marino di “apparenza e propagandismo”. Marino, primo cittadino, ribatte “Le sue parole sono insignificanti, cosa ha fatto in cinque anni?”. “ Prendo spunto, in particolare, da un recente articolo pubblicato su “InfoCilento” , relativo alla giornata dedicata alla scoliosi nelle scuole (buona iniziativa).

In questo stesso articolo vengono descritti gli interventi presunti sviluppati a favore della scuola, prima (come dicono loro) mai fatti (si tratta di accuse infondate, e ricordo, a tal proposito, che dall’anno prossimo l’Istituto Comprensivo di Castelcivita sarà smembrato – di cosa si parla??)- scrive Brenca sul proprio profilo social- Si riporta di aver messo in sicurezza il campetto (prima mai fatto a loro dire). Ora il campetto è la, non è stato spostato, quindi basta recarsi sul posto per accorgersi dell’insignificanza ed assenza di questi fantomatici interventi di cui ci si vanta”. Il consigliere, nel post ribatte punto per punto, concludendo che “ si parla del niente e si tenta di strumentalizzare tutto, ogni minima cosa, anche quando, come nella maggior parte delle volte, non risulta nessun rapporto tra operato e accadimenti. Non si dice però (ipocrisia??) , che se ad Aquara potrà essere realizzato finalmente un moderno e sicuro plesso scolastico , con annessa palestra e campetto, ciò è dovuto ad un progetto già approvato e già finanziato prima dell’arrivo degli dèi su questa terra”.

Inoltre, Brenca, sottolinea come alcuni interventi postati con foto sui social, dagli attuali amministratori, siano “in realtà iniziativa del privato, posto che non risulta nessun atto del comune da cui evincere una compartecipazione agli eventuali meriti (che non ci sono nella sostanza). Lo stesso sindaco ha scritto e dichiarato in un articolo pubblicato sul “corriere a sud di Salerno”, che si trattava di una vicenda assolutamente privata, lavandosene pienamente le mani. (…) Comunque voglio vedere se riescono ad emettere un ordinanza di riapertura nel modo in cui hanno operato (vaghezza, superficialità, approssimazione).Insomma apparenza, propaganda e strumentalizzazione all’ennesima potenza”. Marino “Brenca riferisca l’enorme debito che ci ha lasciato e, soprattutto, dica cosa ha fatto negli ultimi 5 anni. Non terremo conto delle sue opinioni, ma continueremo sulla nostra strada, una strada lungimirante”.