Pisciotta, “degrado alla stazione”. Straniero in mutande davanti allo scalo

La denuncia del consigliere Antonio Fedullo. Un esposto sul caso

PISCIOTTA. Passeggiava in mutande all’esterno della stazione ferroviaria di Pisciotta – Palinuro. Protagonista un extracomunitario, probabilmente ospite di un centro di accoglienza della zona. A segnalare il caso è il consigliere di minoranza Antonio Fedullo.

“Tornando da Agropoli a Pisciotta ho dovuto richiamare all’ordine un extracomunitario il quale camminava in mutante”, racconta. L’episodio è avvenuto in un momento in cui si registrano già ulteriori polemiche per la sicurezza dello scalo di Pisciotta. Soltanto ieri il senatore di Fratelli d’Italia, Antonio Iannone, aveva preannunciato un’interrogazione parlamentare per chiedere interventi nella zona (leggi qui). Chi la frequenta abitualmente, pendolari o residenti, lamenta la scarsa illuminazione e l’assenza di telecamere di videosorveglianza. Queste ultime dovrebbero essere installate dalle ferrovie, ha precisato il sindaco Ettore Liguori, ma fin ora nessun intervento è stato avviato.

Gli atti di vandalismo si ripetono e l’episodio avvenuto ieri, alle 19.20, sarebbe soltanto l’ultimo che testimonia la necessita di una maggiore sorveglianza presso lo scalo.

“Un degrado vero e proprio – accusa Antonio Fedullo – la stazione di Pisciotta è diventata una zona poco sicura mi attiveró con tutte le mie forze per ridare sicurezza e tranquillità a coloro che usufruiscono della nostra stazione”. Preannunciato anche un esposto sul caso.

Iscrivi anche alla nostra community su Facebook


CONTINUA A LEGGERE

Luisa Monaco

Appassionata di fotografia, studia all'accademia delle arti. Ama scrivere e disegnare, segue la politica e la cronaca del suo territorio.