Agropoli, assistenza ai senzatetto? Dal Comune solo pubblicità

Foto e post sui social per pubblicizzare l'attività di assistenza, ira dei gruppi parrocchiali

AGROPOLI. Ha destato polemiche la decisione dell’amministrazione comunale di Agropoli di pubblicare sulla propria pagina Facebook istituzionale le foto dell’attività di assistenza ai senza tetto compiuta insieme alla Croce Rossa in questi giorni di particolare freddo.

Ad esprimere le proprie perplessità sono in particolar modo i gruppi parrocchiali. Giuseppe Di Lucia, responsabile dell’oratorio Padre Giacomo Selvi, accusa: “Insieme al Parroco don Nicola Griffo giornalmente ci occupiamo dei senza tetto, senza pubblicizzare le notizie o scattare foto come è successo ieri sera”. Quanto fatto dal Comune è stato interpretato da molti come un tentativo di far propaganda oscurando il lavoro quotidiano dei volontari. “Don Nicola – ha aggiunto Di Lucia – ha messo a disposizione un locale parrocchiale per far dormire al coperto i senza tetto che regolarmente hanno rifiutato, agli stessi gli viene fornito, cibo, coperte e vestiario caldo oltre a bevande calde a base di latte e cioccolato; inoltre gli viene fatta fare la doccia tutte le settimane. Noi facciamo quanto è fattibile è nella nostra possibilità senza foto o articoli”, conclude.

A rincarare la dose ci ha pensato Giovanni Basile, a capo dell’Associazione Camelot: “La beneficenza si fa in silenzio. Il resto è palcoscenico”, ha detto.

Da palazzo di città smentiscono le accuse. “Si è trattato solo di un’iniziativa per prestare aiuto ai bisognosi, accertandoci in queste sere di freddo che stessero bene, non è nostra intenzione oscurare il lavoro encomiabile delle associazioni e dei gruppi parrocchiali”.

Iscrivi anche alla nostra community su Facebook


CONTINUA A LEGGERE

Gennaro Maiorano

Laureato in ingegneria si occupa di giornalismo dal 2013. Appassionato del Cilento e della sua natura si occupa principalmente di tematiche legate all'ambiente.

4 commenti

  1. Ma è mai possibile che un’azione di buona volontà deve essere sempre oggetto di polemica? Senza nulla togliere ai volontari cristiani che si adoperano quotidianamente a sostegno dei bisognosi, ma è chiaro, evidente, palese che il vicesindaco pubblichi una foto per dimostrare che l’amministrazione comunale fa la sua parte. Sono stati pochi, forse pochissimi i politici che quella sera con 3 gradi hanno schiodato le proprie chiappe dalle calde poltrone di casa loro.

    1. Caro anonimo, io non mi nascondo metto sempre il mio nome e la mia faccia, l’ufficio per le attività sociali del comune si dovrebbe muovere tutti i giorni non solo a Natale, io e volontari del Sacro Cuore siamo presenti 365 giorni rimettendo i tempo e soprattutto soldi di tasca propria, noi al contrario di altre associazioni, non prendiamo contributi pubblici, andiamo avanti con sacrifici e sudore senza chiedere nulla, ma soprattutto con umiltà.

  2. Dei bisognosi egregi politici ci si dovrebbe ricordare tutti i giorni. Ma ci avete abituati che bisogna essere buoni solo a natale e in occasioni particolari. Il resto dei giorni amministrativi vanno spesi solo ed esclusivamente per apparare i fatti propri.
    Un consiglio fate un passo ulteriore in avanti e VERGOGNATEVI!!!!!!!