Nuova Elite
Politica

Capaccio Paestum verso l’elezione del nuovo sindaco: e se fosse una donna?

In primavera si vota per le comunali. Fino ad oggi non c'è mai stato un candidato sindaco donna

Più pratiche, più organizzate, abituate a conciliare lavoro,

famiglia e gestione della casa, in molti sono convinti che questo, per ledonne, rappresenti una marcia in più rispetto agli uomini. Doti che potrebberoessere utili in politica? Chissà, visto che per aumentare la presenza del “gentilsesso” nelle amministrazioni pubbliche, è stata necessaria una legge sulla “paritàdi genere”. Sarà per questo che a Capaccio Paestum non c’è mai stato un sindacodonna. Un vicesindaco si però. Anzi, ben due nell’amministrazione comunaleguidata dal sindaco Franco Palumbo che subito dopo le elezioni nominò TeresaPalmieri e successivamente Maria Antoniella Di Filippo. L’ultima giuntacomunale si è caratterizzata anche per essere stata la prima composta da piùdonne che uomini: con Antonietta Di Filippo che oltre all’incarico divicesindaco è stata assessore con deleghe ad Asl e consorzi intercomunali,Donatella Raeli al Bilancio e Annalisa Gallo alle Politiche sociali.

Ma prima che la presenza delle donne venisse imposta da unalegge, in Giunta c’era al massimo una donna, in genere scelta tra le più votatenelle liste a sostegno del sindaco. Nella Giunta nominata dal sindaco ItaloVoza nel 2012 ce n’erano due: Maria Rosaria Palumbo al Bilancio e Rossana Barrettaalle Politiche sociali, entrambe estranee alla politica e scelte per lecompetenze nei rispettivi settori. Di questa Giunta hanno poi fatto parte ancheMarilena Montefusco, forte dei consensi elettorali che le avevano fattoottenere un posto in Consiglio e che già aveva ricoperto il ruolo di assessoreai tempi di Pasquale Marino, Donatella Pannullo e Maria Vicidomini

Ma la Città dei Templi è pronta per un sindaco donna? O comespesso accade sono proprio le donne a non votare le donne? A guardare i numeridell’ultimo Consiglio comunale sembrerebbe proprio di no, visto che, nonostantela legge consentisse di esprimere un voto doppio per due persone di sessodiverso nella stessa lista, in Consiglio comunale sedevano soltanto due donne (AlfonsinaMontechiaro e Marianna Polito) rispetto a quattordici consiglieri maschi.

Ma in realtà, alla carica di sindaco di Capaccio Paestum nonsi è nemmeno mai candidata alcuna donna. Ma chissà che il 2019 non portiqualche novità.

Tags

E' stato rilevato Adblock

Per favore disabilita Adblock su questo sito