Terme Cappetta
AttualitàCilentoIn Primo Piano

Agropoli, Lega accusa: “sindaco improvvido ridicolizza DIA e Ministero Interni”

Ancora polemiche sulla sicurezza

Non sono passate inosservate le dichiarazioni del sindaco del Comune di Agropoli, Adamo Coppola in materia di sicurezza. “Chi descrive Agropoli come una città in mano alla criminalità di ogni genere vive in un altro mondo” e che “venendo alla vicenda dei rom, non consentiamo ad alcuno di utilizzarla ai soli fini della propaganda…”, aveva detto il primo cittadino rispondendo alle critiche della Lega (leggi qui).

Il partito ha immediatamente replicato: “Il distratto sindaco si è accorto che il riferimento delle sue improvvide dichiarazioni rischia di essere addirittura il Ministero dell’Interno, attore della Relazione 2017 al Parlamento sull’attività svolta e sui risultati conseguiti dalla Direzione Investigativa Antimafia?”.

Quest’ultima affermava: “nell’Alto Cilento, in particolare ad Agropoli, si registra la presenza dei Marotta, famiglia di nomadi stanziali dedita ai reati di tipo predatorio, all’usura, al traffico di stupefacenti e al riciclaggio di capitali, ottenuti in prevalenza attraverso l’usura e le rapine in danno di gioiellerie perpetrate su tutto il territorio nazionale. Nel medesimo territorio si rileva la presenza di elementi del clan Fabbrocino, nonché il ritorno di storici personaggi già inseriti con ruoli di rilievo nella Nuova Camorra Organizzata, in grado di stringere alleanze commerciali e di mutuo soccorso con i clan della provincia di Napoli. Nel medio e basso Cilento, pur non rilevandosi la presenza di organizzazioni criminali, la particolare vocazione turistico – ricettiva, fa ritenere verosimile un interesse dei clan nel reimpiego di capitali illeciti”?

“Per il sindaco distratto, quindi, la Lega e il Ministero dell’Interno vivono in un altro mondo o fanno propaganda. Sarebbe elementare, per la Lega, fare l’elenco delle centinaia di atti di criminalità e di illegalità che, nel solo 2018, hanno fatto balzare la città di Agropoli agli onori della cronaca, talvolta anche nazionale (mafie, droga, omicidi, rapine, furti, risse ecc…) e non è detto che non venga fatto, anche perché forse sveglierebbe, il sindaco, da questo profondo sonno”, concludono dalla Lega.

Tags

2 commenti

  1. Ma chi sono questi leghisti nostrani che dimentichi delle passate istanze secessioniste e degli insulti al sud fatte da Salvini & C. ora si preoccupano della sicurezza di coloro che avevano sempre bistrattato.
    Dove sono poi “le centinaia di atti di criminalità e di illegalità che, nel solo 2018, hanno fatto balzare la città di Agropoli agli onori della cronaca”? Sarei poi curioso di avere un elenco di questi misfatti e su quali media Agropoli sarebbe pervenuta agli
    “onori della cronaca”..
    Basta col suscitare paure inesistenti al solo scopo propagandistico!!
    Agropoli e’ un paese tranquillo checche’ ne dicano neofiti della sicurezza che veramente vivono fuori dal mondo.

    1. vate corca… agropoli è pieno di zingari e mariuoli… tieni il prosutto sopra gli occhi!

E' stato rilevato Adblock

Per favore disabilita Adblock su questo sito