Forlenza
AttualitàCilentoIn Primo PianoLocalità
Trending

Capaccio Paestum, arriva il Natale: due eventi per divertire e sensibilizzare

Il Comune e l'Adc Ca'pacciàm insieme per "Il piccolo presepe" e "Mille mani per un sorriso"

Si chiama “Incanto natalizio 2018” il programma di Natale realizzato dall’Adc Ca’pacciàm col patrocinio del Comune di Capaccio Paestum: una manifestazione ricca di eventi che coinvolge diversi soggetti, singoli e privati, con l’obiettivo di dare vita a uno spettacolo che appassioni grandi e piccini.

Due eventi, in particolare, si rivolgono in maniera diretta ai più giovani: uno, coinvolge la loro fantasia e la loro creatività, l’altro, invece, chiama a gran voce empatia e sensibilità.

Con il primo progetto, per il terzo anno di seguito, l’Associazione capaccese ha voluto rendere i giovani studenti delle scuole dell’Infanzia e primarie protagonisti indiscussi di una mostra intitolata “Il piccolo presepe”, che verrà esposta il 7 dicembre, presso il Convento di Sant’Antonio di Capaccio Capoluogo. I ragazzi, per questa occasione, dovranno mettere in campo tutte le loto capacità -ideazione, progettazione, realizzazione – per creare il presepe più bello, imparando, nello stesso tempo, a condividere le gioie, a superare le difficoltà e a lavorare in squadra.

Il secondo evento, invece, ha un valore decisamente più profondo: insieme all’Associazione Cilento Verde Blu “La vacanza del sorriso”, l’Adc Ca’pacciàm ha dato vita all’iniziativa “Mille mani per un sorriso”, un’opportunità per bambini e ragazzi oncoematologici che potranno, insieme alle loro famiglie e a titolo gratuito, soggiornare a Capaccio Paestum per trascorrere dei momenti in tranquillità e spensieratezza. L’obiettivo del dell’iniziativa – che prevede un programma variegato e ricco di vacanze settimanali e campi ricreativi – è quello di rendere il territorio cilentano – ma anche del Vallo di Diano e degli Alburni – una meta privilegiata per  tanti malati, provenienti da tutta Italia, che hanno necessità di curare, oltre al corpo, anche l’anima. Coinvolti, ancora una volta, i ragazzi delle scuole del Comune, che dovranno avvicinarsi, con sensibilità, a realtà diverse, difficili, lontane rispetto alla normalità a cui sono abituati, ma che trovano un elemento riconoscibile in quella voglia genuina di divertimento e magia che soltanto il Natale può regalare.

Continua dopo la pubblicità
Tags
Continua dopo la pubblicità
blank

Antonella Capozzoli

Si laurea nel 2013 in Lettere Moderne e nel 2016 consegue la specialistica in Filologia Moderna col massimo dei voti. Collabora all'organizzazione del Convegno Internazionale Boccaccio Angioino ( 2013) presso l'Università degli studi di Salerno. Pubblica il saggio " Il Decameron, la Fortuna e i mercatanti della seconda giornata" sulla rivista semestrale di letteratura e cultura varia " Misure critiche" ( 2014).
Close

Hai Ad Block Attivo

Disattiva Ad Block su questo sito se vuoi continuare a leggere InfoCilento.it