Pegaso Agropoli
Pegaso Agropoli
venerdì, Settembre 24, 2021
HomeAttualitàCrisi del settore castanicolo: Roccadaspide chiede riconoscimento dello stato di calamità naturale

Crisi del settore castanicolo: Roccadaspide chiede riconoscimento dello stato di calamità naturale

ROCCADASPIDE. Il Comune cilentano chiede il riconoscimento dello stato di calamità naturale. Lo fa per la crisi del settore castanicolo, un problema che si presenta già dal 2012, anno in cui si è registrato un -70% della produzione. La situazione nel tempo si è aggravata (anche a causa della siccità) fino ad arrivare ad un calo di circa il 90%.

“L’amministrazione Comunale di Roccadaspide, per quanto gli è consentito dalle vigenti norme, intende fornire il proprio sostegno ai castanicoltori locali colpiti così duramente nelle loro attività economiche”, fanno sapere da palazzo di città.

Gli amministratori locali, infatti, non dimenticano che “da sempre una delle principali attività economiche del territorio di Roccadaspide è la coltivazione dei castagni ed in particolare del Marrone Igp fiore all’occhiello delle produzioni locali” e che “purtroppo, da diversi anni, i castagneti presenti nel territorio montano del Comune di Roccadaspide sono interessati da una grave patologia, il cinipide galligeno, con graviripercussioni per i coltivatori locali che spesso traggono da tale coltura l’unica fonte di reddito”.

Inutili le azioni fin ora avviate d’intesa con la Regione Campania per contrastare l’agente patogeno attraverso antagonisti naturali. Di qui l’appello alle istituzioni.

Katiuscia Stio
Laureata in Filosofia. Inizia l'attività giornalistica nel 1999 collaborando con vari giornali locali, mensili, web e realizzando servizi per una rubrica in onda su Telecolore. E' stata socia di associazioni culturali per la promozione e valorizzazione del territorio di cui ha curato la comunicazione e l'organizzazione e animatrice di gruppi di azione locale. Nel tempo ha collaborato con i quotidiani Cronache, La Città, attualmente è corrispondente de Il Mattino. Dal 2014 entra a far parte della famiglia di Info Cilento.

Membership