Agropoli, ok alle modifiche del regolamento per gli impianti sportivi

Le società potranno barattare il canone con l'offerta di servizi

AGROPOLI. Novità nel regolamento per la concessione degli impianti sportivi. L’approvazione è arrivata ieri in consiglio comunale. Con le modifiche apportate dall’amministrazione comunale verrà data la possibilità alle società o alle associazioni che ne faranno richiesta di non pagare il canone per l’utilizzo della struttura se garantiranno servizi in favore dell’Ente, come ad esempio la guardiania dell’impianto.

“Si tratta di uno scambio di servizi che può sostituire il pagamento diretto”, ha spiegato il sindaco Adamo Coppola, secondo cui il Comune avrà “un’enorme risparmio in termini economici considerato il pagamento delle tariffe che le società versano al comune copre un terzo del costo complessivo del servizio stesso. Inoltre bisogna considerare che le società spesso già hanno persone che lavorano per loro conto, quindi anche per loro può essere conveniente, il vantaggio è reciproco”.

Non sono mancate contestazioni da parte della minoranza. Il consigliere Consolato Caccamo ha in particolare evidenziato come “Nel regolamento si dà facoltà al funzionario di scegliere discrezionalmente quale società abbia la possibilità di barattare un canone concessorio con i servizi”. Ma non è questo l’unico motivo di contestazione: “Nel regolamento si fa riferimento alle spese di pulizia ma altre voci come riscaldamento e illuminazione che resterebbero a carico del Comune e sono le più ingenti”, dice Caccamo.

Anche Agostino Abate si è mostrato contrario alla modifica del regolamento: “doveva restare all’Ente la paternità delle strutture e bisognava prevedere la possibilità di delegare alcune funzioni”, ha detto il consigliere comunale

Iscrivi anche alla nostra community su Facebook


CONTINUA A LEGGERE

2 commenti

  1. Il funzionario addetto sceglierà”discrezionalmente” le società che gli verranno imposte dall’Amministrazione che,come sempre,favorirà i soliti leccaculi o facenti parte in qualche modo dell’Amministrazione stessa, visto che fino ad oggi,purtroppo, la Magistratura non si è impegnata a verificare e punire le eventuali se non certe illegalità commesse nel palazzo del Comune a discapito di tutta,o quasi, la Cittadinanza Agropolese.

Hai Ad Block Attivo

InfoCilento.it è un porale gratuito e si mantiene grazie alla pubblicità. Non adottiamo alcuna forma di pubblicità invasiva, fastidiosa o pericolosa. Per questo se vuoi continuare a usufruire dei servizi di InfoCilento.it disattiva AdBlock per questo sito. Per farlo clicca con il pulsante destro del mouse sull'icona di AdBlock e seleziona "Sospendi su questo sito". In questo modo potrai continuare a visitare InfoCilento.it e accedere a tutti i suoi contenuti. Grazie!