Tolomeo
CilentoCronacaIn Primo Piano

Sapri: truffa del pacco di riso: denunciato napoletano

Una 50enne si è accorta del raggiro

Un ragazzo di Napoli, incensurato, è stato denunciato nella giornata di ieri per tentata truffa in concorso, dai Carabinieri della stazione di Sapri: la vittima è una donna di 50anni di Sapri che stava per acquistare 1 kg di semplice riso per 1600 euro.

Il meccanismo truffaldino è abbastanza articolato: una volta scelta la vittima dall’elenco telefonico, la stessa è stata contattata più volte prima sul telefono fisso e poi, una volta ottenuto, sul cellulare, da un soggetto al momento ancora ignoto. Il chiamante infatti ha telefonato alla vittima presentandosi come suo nipote e le ha chiesto di prelevare la somma poiché di lì a poco a casa della donna sarebbe arrivato un pacco ed era necessario pagare il corriere in contanti. Le aveva inoltre detto che lo stesso giorno glieli avrebbe restituiti, ma che era necessario anticipare il pagamento perché altrimenti avrebbe perso un cospicuo acconto.

A rispondere al telefono però, non è stata la persona che speravano, ma la figlia che ha subito capito che qualcosa non andava e ha allertato i Carabinieri, i quali l’hanno tranquillizzata e l’hanno invitata a ricontattarli non appena qualcuno si facesse vivo.

Nel primo pomeriggio si è presentato alla porta della malcapitata il sedicente corriere, senza uniforme di riconoscimento né veicolo della ditta. Ad uno squillo della donna, la pattuglia in preallerta, si è precipitata cogliendo sul fatto il giovane ancora con la scatola in mano. L’imballaggio è stato ispezionato e all’interno vi era solo un pacco da 1kg di riso.

Il giovane è stato denunciato per tentata truffa in concorso e sono in atto le indagini per scoprire chi si nasconde dietro l’organizzazione di questi raggiri.

In base alle denunce raccolte in tutta la provincia non si esclude che dello stratagemma del pacco postale siano stati vittime anche altre persone, soprattutto anziani: l’invito è quello di recarsi in caserma immediatamente qualora si dovesse cadere nella rete dei truffatori.

Tags

Un commento

  1. La malcapitata è una signora di 50 anni !non le è passato per la testa che si poteva trattare di una truffa? Per carità può capitare a chiunque!per fortuna tutto è/andato bene !grazie all’intervento dei carabinieri! (Sempre in prima linea)

E' stato rilevato Adblock

Per favore disabilita Adblock su questo sito