Affare Fatto
AttualitàCilentoIn Primo Piano

Agropoli, verifiche statiche del plesso scolastico “Scudiero”, il responso del tecnico: «la scuola è in sicurezza»

Programmati interventi per consentire ai ragazzi di tornare a scuola

L’edificio scolastico “Luigi Scudiero” di via Verga, ad Agropoli, è in sicurezza. E’ questo il responso venuto fuori dalle verifiche statiche effettuate dal tecnico incaricato dal Comune di Agropoli, ingegnere Niggio Bonadies. I test in questione seguono una prima verifica operata nei mesi scorsi, che l’Amministrazione comunale, guidata dal sindaco Adamo Coppola, ha ritenuto di far approfondire.

Il nuovo tecnico incaricato ha fatto compiere una serie di verifiche supplementari sulle travi, sui solai, pilastri e sulla struttura in genere. E i dati venuti fuori dalle indagini sono confortanti: la scuola è sicura staticamente. Nel contempo, il tecnico ha consigliato di compiere interventi di ripristino dei ferri e all’intonaco, compromessi dall’azione degli agenti atmosferici e dalla vicinanza al mare. Per questi partirà a breve una procedura di gara e i relativi interventi. Nel frattempo, per evitare trasferimenti inutili, gli studenti resteranno presso la nuova ala dell’edificio della scuola “Landolfi”, dove hanno iniziato le lezioni a partire dal 26 settembre scorso e torneranno nella loro sede originaria una volta terminati gli interventi di manutenzione straordinaria all’edificio della scuola “Scudiero”.

«Il responso delle verifiche statiche compiute – afferma il sindaco Adamo Coppola – ci ha permesso di comprendere che il plesso della scuola “Scudiero” è sicuro staticamente. Ci preoccuperemo in ogni caso di compiere una ristrutturazione della parte esterna dell’edificio, come consigliatoci dal tecnico incaricato – ma si tratta di un semplice restauro corticale delle strutture in cemento armato, come si fa per tutti quegli immobili pubblici e privati che sono soggetti all’azione del tempo e degli agenti atmosferici. Non appena gli interventi saranno completati – conclude – potrà essere disposto il rientro dei ragazzi, per ora temporaneamente collocati presso la nuova ala della “Landolfi”, nella loro sede naturale».

Tags

2 commenti

  1. Tutti contenti dunque?
    E la perizia precedente che dichiarava l’edificio insicuro?
    Non conta niente? E’ sbagliata? Strana storia poco convincente.
    Uno dei due ingegneri ha scritto una perizia sbagliata, ma a qualcuno importa sapere chi dei due ha sbagliato?
    Se avessi un figlio in quella scuola non ci dormirei la notte.
    Capito Sindaco?

    1. Certo è che il primo tecnico sicuramente è un genio e va rispettato. Costui senza aver effettuato prove di carico ed altro, sembra aver dichiarato l’edificio pericoloso, quindi perchè non prendere per buona la prima perizia estemporanea del genio ?? Tanto i sagggi, i sondaggi e le prove di carico non servono !! ??????

E' stato rilevato Adblock

Per favore disabilita Adblock su questo sito