Affare Fatto
AttualitàGlobal

Asl Salerno al via la somministrazione a domicilio del farmaco Edaravone per chi è affatto da SLA

La fase iniziale vede coinvolti sedici pazienti

Domenica 16 Settembre 2018 si è celebrata la Giornata Nazionale della SLA, promossa dall’AISLA, con l’Alto Patronato della Presidenza del Consiglio dei Ministri ed il Patrocinio dell’ANCI.
L’ASL Salerno è impegnata a rispondere in maniera sempre più attenta e personalizzata ai bisogni assistenziali dei pazienti affetti da SLA, alleviandone anche il disagio psicologico e le difficoltà quotidiane di  vita che coinvolgono ovviamente l’intero nucleo familiare, con l’obiettivo ultimo di migliorare globalmente la qualità di vita di pazienti e familiari.

Presso i presidi ospedalieri dell’ASL Salerno, già dai primi mesi dell’anno 2018 è stata garantita la somministrazione del farmaco Edaravone per i cicli successivi al primo (che viene effettuato presso il Centro Certificatore Regionale).

Le disposizioni regionali in materia, recependo le indicazioni dell’AIFA, hanno recentemente introdotto la possibilità di “effettuare la somministrazione del farmaco , per i cicli successivi al primo, al domicilio del paziente, con la supervisione e responsabilità dello specialista e/o del medico curante…”.
Quindi l’ASL Salerno ha attivato dal mese di luglio 2018 un percorso finalizzato ad assicurare tale modalità assistenziale ai propri pazienti – sulla base della valutazione clinica effettuata dal Centro Prescrittore – che potranno quindi usufruire della somministrazione del farmaco Edaravone  senza spostarsi da casa.

Ciò grazie ad un’attività di collaborazione e condivisione dei modelli operativi con l’AOU Federico II, l’AOU Vanvitelli e con l’AOU San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona, quali Centri regionali Certificatori (ai sensi del DCA 51/2015) deputati a formulare la diagnosi iniziale e alla presa in carico del paziente nella rete assistenziale, ed autorizzati alla prescrizione e somministrazione del farmaco; la fase organizzativa ha previsto anche il coinvolgimento dell’Associazione AISLA provinciale, che rappresenta i familiari e i pazienti affetti da SLA.
A sèguito della messa a punto delle procedure operative interne e alla condivisione di un protocollo di somministrazione con l’AOU Ruggi, l’ASL è oggi pronta ad avviare, nell’ambito del Servizio di Assistenza Domiciliare Aziendale, la somministrazione del farmaco Edaravone presso il domicilio dei pazienti che fanno richiesta.

D’intesa con l’AOU Ruggi, è stato individuato un primo gruppo di cinque assistiti, residenti nei Distretti Sanitari di Salerno, Sarno e Cava de’ Tirreni, che usufruirà del trattamento. A partire dal primo ottobre prossimo altri 11 pazienti potranno accedere al trattamento domiciliare.

Tags

E' stato rilevato Adblock

Per favore disabilita Adblock su questo sito