Capaccio Paestum: ponte sulla SS18 a rischio

La denuncia di Potere al Popolo

La tragedia del ponte Morandi a Genova deve servire a mantenere alta l’attenzione sulla situazione infrastrutturale italiana. I pericoli sono molti non solo sulla rete autostradale ma anche su quella locale. In tal senso il comitato Cilento di Potere al Popolo ha voluto denunciare “lo stato di degrado strutturale in cui versa il ponte situato sulla SS18 in prossimità dell’uscita di Capaccio Scalo”.

“L’evidente assenza di controlli e manutenzione, diretta conseguenza delle politiche neoliberiste sfociate nella privatizzazione selvaggia attuate da tutti i governi che si sono succeduti negli ultimi vent’anni (anche la Lega), mette in serio pericolo la vita dei lavoratori che ogni giorno percorrono la SS 18 e la SS 166 (Statale degli Alburni)”, fanno sapere da Potere al Popolo.

“E’ necessario, a nostro parere, procedere immediatamente alla verifica statica e dinamica con il conseguente progetto di consolidamento secondo le normative vigenti del ponte in oggetto, da parte dell’ente gestore (in questo caso l’ANAS). Basta con le chiacchiere. Non si può subordinare la vita dei lavoratori alle logiche del mercato e del profitto”, concludono.

2 commenti

  1. Ma se i ponti fanno schifo sull asfalto e se ne fregano rimediando con borse di catrame ogni 20 anni figuriamoci se questa foto farà scattare i controlli . La cilentana e’ una strada da chiudere e nessuno se ne frega

    1. Però le foto di Potere al Popolo evidenziano le parti strutturali del ponte cosa diversa dall’asfalto (anche se comunque è grave). Quindi il gestore ppreposto al controllo del ponte è consapevole del rischio a cui vanno incontro i cittadini.Era da tanto che i movimenti politici non segnalavano queste cose. Per me hanno fatto un ottimo lavoro