Gold Metal Bank
CronacaGlobal

“Estate sicura”: controlli di prevenzione e provvedimenti del questore di Salerno

Emessi 13 DASPO URBANO

Continua a produrre positivi risultati il piano di sicurezza “Estate sicura”, disposto dal
Questore di Salerno, Maurizio Ficarra, con rafforzati servizi di prevenzione e contrasto alla

criminalità diffusa, mediante l’impiego di personale della Polizia di Stato in sinergia con le
altre forze dell’ordine presenti sul territorio, al fine di garantire la sicurezza in città ed in
provincia e un capillare controllo del territorio cittadino per contrastare ogni forma di
illegalità, in particolare in questo periodo di esodo e controesodo ferragostano.

Per migliorare la sicurezza urbana, nella giornata di ieri, il Questore ha emesso 13
provvedimenti di DASPO URBANO per la durata di mesi sei nei confronti di altrettante
cittadine, per lo più di nazionalità dei paesi dell’Est europeo, Bulgaria, Albania e Romania e
due del Kirghizistan, residenti nelle Province di Napoli e Caserta, dedite alla prostituzione
in zona litoranea di Salerno.

La Divisione Anticrimine della Questura ha accertato le numerose violazioni all’ordinanza
sindacale antiprostituzione del 2 luglio 2018, sanzionate dalle forze dell’ordine nei
confronti delle suddette prostitute, e la conseguente reiterazione della loro condotta
antisociale, lesiva del decoro e turbativa per l’ordine e la sicurezza pubblica, poiché posta
in essere su strade ad alta frequenza di transito veicolare con vicinanza di esercizi pubblici
e ricreativi oltre che di accesso al litorale di balneazione la cui libera fruibilità dei cittadini è
stata compromessa dall’atteggiamento disinibito e provocatorio delle prostitute.

La presenza delle prostitute in litoranea, inoltre, ha determinato situazioni di pericolo per
la sicurezza della circolazione stradale e per la pubblica incolumità a causa di manovre
imprudenti degli automobilisti, ha disturbato la quiete pubblica e offeso la pubblica
decenza contribuendo al degrado igienico e urbano.

Questi 13 provvedimenti di allontanamento dal luogo della condotta illecita, seguono a
stretto giro i 6 provvedimenti di Divieto di ritorno per la durata di anni tre nei confronti di
pregiudicati dell’hinterland salernitano e napoletano, dediti a reati contro il patrimonio, in
particolare truffe e furti d’auto, nonché i 9 Avvisi orali nei confronti di altrettanti
pregiudicati della provincia di Salerno emessi dalla Divisione Anticrimine della Questura di
Salerno il 17 agosto scorso.

Nel periodo di riferimento sono stati altresì intensificati i controlli ai pregiudicati ed ai
detenuti agli arresti domiciliari al fine di verificare il rispetto delle prescrizioni. Nella
giornata di ieri, infatti, è stato arrestato per evasione dagli arresti domiciliari un
pregiudicato salernitano.

Nei prossimi giorni continueranno tali intensificati servizi di controllo del territorio per
contrastare ogni forma di illegalità, anche nei confronti di chi viene trovato in stato di
ubriachezza, compie atti contrari alla pubblica decenza, esercita il commercio abusivo,
l’attività di parcheggiatore o guardiamacchine abusivo.

Tags

Un commento

  1. Affermo che, anche con le nuove disposizioni legislative, le Ordinanze Sindacali ed i Regolamenti di Polizia Urbana devono essere conformi ai principi generali dell’Ordinamento, secondo i quali la prostituzione su strada non può essere vietata in maniera vasta ed indeterminata. Di conseguenza, i relativi verbali di contravvenzione possono essere impugnati in un ricorso. In più per le medesime ragioni, i primi provvedimenti suddetti non possono essere emessi per problematiche permanenti ed i secondi non possono riguardare materie di sicurezza e/o ordine pubblico.
    P.S. I relativi soggetti possono essere sanzionati per evasione fiscale, anche per le tasse locali (art. 36 comma 34bis Legge 248/2006, come chiarificato dalla Cassazione con la Sentenza n. 10578/2011).

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker