Cicerale: un’ordinanza per i proprietari dei cani

Ecco le regole da rispettare per il vivere civile e nel rispetto dell'igiene delle aree pubbliche

Padroni e conduttori di cani sono stati chiamati all’appello, dall’Amministrazione del Comune di Cicerale, per regolamentarne il comportamento.

Tante le segnalazioni da parte dei cittadini che, dopo aver assistito ad abitudini che ledono le basilari regole di convivenza, hanno chiesto a gran voce una soluzione definitiva al problema. “Non raccogliere le deiezioni dei propri cani” – fanno sapere da palazzo di città – “rappresenta non soltanto un atteggiamento irrispettoso nei confronti dei propri concittadini, ma contribuisce in maniera grave a minare la qualità del decoro urbano”.

Per questo, è stata emanata un’ordinanza che regolamenti il comportamento dei padroni degli animali e ne punisca le infrazioni.

Tutti i possessori di cani sono obbligati, quando si trovano su strade pubbliche o aperte al pubblico, alla rimozione delle deiezioni; inoltre, gli animali dovranno essere sempre tenuti al guinzaglio e, se necessario, muniti di museruola. Per quel che riguarda gli spazi chiusi – condomini e appartamenti – il proprietario dovrà assicurarsi di non recare disturbo o danno alla sicurezza degli inquilini; è vietato, poi, aizzare i cani con grida o altri mezzi e, qualora gli animali fossero custoditi in orti o giardini confinanti con aree pubbliche, non dovranno in alcun modo rappresentare un pericolo per i passanti. E’ consentito tenere i cani liberi, senza guinzaglio, nei limiti degli spazi privati.

I trasgressori saranno severamente puniti con multe dai 25 ai 500 euro.

Gli animali, va ricordato, sono esseri viventi, in grado di percepire dolore e sofferenza: è necessario garantire loro il massimo della cura, anche attraverso l’educazione e la pulizia.

Continua a leggere su InfoCilento.it


CONTINUA A LEGGERE
blank

Antonella Capozzoli

Si laurea nel 2013 in Lettere Moderne e nel 2016 consegue la specialistica in Filologia Moderna col massimo dei voti. Collabora all'organizzazione del Convegno Internazionale Boccaccio Angioino ( 2013) presso l'Università degli studi di Salerno. Pubblica il saggio " Il Decameron, la Fortuna e i mercatanti della seconda giornata" sulla rivista semestrale di letteratura e cultura varia " Misure critiche" ( 2014).

Un commento

  1. doteranno anche la polizia municipale di lettori microchip per verificare l’obbligatorietà dell’iscrizione all’anagrafe canina? attrezzeranno aree pubbliche dedicate? sosterranno progetti di educazione cinotecnica per i proprietari? Insomma farnno alcune delle cose ce si fanno nei paesi civili o si occuperanno solo di deiezioni, per non dire altrimenti?

Hai Ad Block Attivo

InfoCilento.it è un porale gratuito e si mantiene grazie alla pubblicità. Non adottiamo alcuna forma di pubblicità invasiva, fastidiosa o pericolosa. Per questo se vuoi continuare a usufruire dei servizi di InfoCilento.it disattiva AdBlock per questo sito. Per farlo clicca con il pulsante destro del mouse sull'icona di AdBlock e seleziona "Sospendi su questo sito". In questo modo potrai continuare a visitare InfoCilento.it e accedere a tutti i suoi contenuti. Grazie!