Un progetto per l’ampliamento del porto di Palinuro

Prevista una spesa di quasi 23milioni di euro

CENTOLA. L’amministrazione comunale ha un ambizioso progetto di ampliamento del porto. L’occasione è offerta dalla manifestazione d’interesse della Regione Campania relativa all’individuazione di interventi ammissibili e da finanziare a valere su risorse Cipe, sul Por Fesr e sul Poc per opere di messa in sicurezza e potenziamento dei porti regionali.

Il progetto prevede una spesa di circa 22,7 milioni di euro di cui 16 per lavori e 6,6 per somme a disposizione. Nello specifico si tratterebbe di lavori di prolungamento della testata del molo e di ampliamento e consolidamento della parte interna del molo per rendere riparato e sicuro l’ancoraggio all’interno della rada di Palinuro.

“Il Comune – evidenziano da palazzo di città – ritiene improcrastinabile la realizzazione delle opere non solo finalizzate a rendere sicuro e riparato l’ancoraggio nella rada ma anche a favorire l’incremento degli ormeggi di imbarcazioni da diporto al fine di sviluppare le attività turistiche correlate, nonché quelle relative alle attività di pesca”

“Ciò – aggiungono – anche considerando che la messa in sicurezza della rada consentirà l’ormeggio delle imbarcazioni da diporto e da pesca anche nel periodo invernale incentivando l’occupazione nell’indotto della nautica da diporto e della pesca”.

Non solo l’amministrazione comunale di Centola, guidata dal sindaco Carmelo Stanziola, ha chiesto fondi per l’area portuale: un progetto è stato presentato anche dal Comune di Agropoli.

@Riproduzione riservata
Continua a leggere
Continua dopo la pubblicità

Luisa Monaco

Appassionata di fotografia, studia all'accademia delle arti. Ama scrivere e disegnare, segue la politica e la cronaca del suo territorio.

3 commenti

  1. Vi prego non fate questa follia il porto è una delle cose più belle di Palinuro, con un’acqua bellissima! La ricchezza di Palinuro è la natura, che va preservata e valorizzata, mentre tra amplimenti, porti turistici, lidi, edilizia selvaggia piano piano per la “modernità “ si rischia di scimmiottare le località super-attrezzate della Romagna ma il plus di Palinuro è la sua NATURA. Se si vuole fare una vacanza “comoda” si va sull’Adriatico a 30 Euro al giorno tutto compreso, mentre Palinuro deve diventare come Formentera, bella e selvaggia! Qundo a Palinuro non c’era niente la gente faceva centinaia e centinai di chilometri per venire, adesso tra case, casette, lidi attrezzati, supermarket, il turista viene al massimo da Napoli o Salerno mentre il milanese va a Formentera o in Grecia. Palinuro non ha nulla da invidiare a nessuno, non rovinatela!

  2. I fondi potrebbero essere impegnati per preservare la baia del buon dormire e tutta la Marinella..gioielli unici infestati da barche e ombrelloni…il porto è bellissimo così

Ti potrebbero interessare

Hai Ad Block Attivo

Disattiva Ad Block su questo sito se vuoi continuare a leggere InfoCilento.it