Pegaso Agropoli
venerdì, Settembre 17, 2021
HomeAttualitàPisciotta: dal Comune lettera di sollecito alla Provincia per Rizzico

Pisciotta: dal Comune lettera di sollecito alla Provincia per Rizzico

PISCIOTTA. Soltanto ieri Vittorio Brumotti, personaggio televisivo, noto inviato di Striscia la Notizia, ha mostrato ai suoi ‘fans’ su Facebook la situazione in cui versa la strada di Rizzico e la SS447 tra Ascea e Pisciotta. Nonostante il progetto già redatto e il finanziamento già ottenuto, i lavori per realizzare la variante non hanno ancora preso il via. Ecco perché oggi il sindaco di Pisciotta, Ettore Liguori, e l’assessore Antonio Greco, hanno deciso di inviare un’ulteriore sollecito alla Provincia di Salerno che dovrebbe avviare l’iter dei lavori

“Ad oltre un anno dall’acquisizione del parere della Soprintendenza e a quasi sei mesi dalla delibera con la quale la giunta della Regione Campania ha definitivamente vincolato il finanziamento di 19milioni per il completamento della variante alla frana di Rizzico – si legge nella missiva – non si è ancora riusciti ad avviare le procedure di appalto delle opere che dovranno essere necessariamente perfezionate in tempi brevi per poter davvero utilizzare il finanziamento”.

“Appaiono appena confortanti – aggiungono Liguori e Greco – le notizie ottenute per le vie brevi, circa il necessario affidamento del progetto definitivo, nella parte che riguarda l’aggiornamento della parte contabili e delle ulteriori indagini che ci si appresta ad effettuare sulle strutture già realizzate e dell’attivazione dell’ufficio di competenza per il perfezionamento della procedura di esproprio e di variante urbanistica, per la quale il Comune di Pisciotta risulta già preallertato da mesi, ma ancora attende la documentazione tecnico – amministrativa che andrà sottoposta all’organo consiliare per le necessarie approvazioni”.

I due amministratori pisciottani richiamano l’attenzione anche sull’iniziativa di Brumotti e rammentano la disponibilità dell’amministrazione comunale ad affrontare eventuali passaggi formali di propria competenza”.