Cilento: un viaggio indietro nel tempo con l’Archeotreno

Le corse ripartiranno nelle prossime settimane

Torna l’Archeotreno, il convoglio d’epoca che collegherà Napoli con i parchi archeologici di Pompei e Paestum, patrimonio Unesco. Dopo la positiva esperienza dello scorso anno, si tornerà a viaggiare grazie all’iniziativa della Regione Campania e Fondazione FS.

Come lo scorso anno l’Archeotreno sarà sulla tratta tirrenica meridionale per una domenica del mese. Si comincia il 24 giugno; poi 22 luglio, 26 agosto, 23 settembre, 28 ottobre, 25 novembre e 23 dicembre. Le carrozze Centoporte e Corbellini lasciano la stazione di Napoli Centrale alle 10.10 per raggiungere Pompei, alle 10.51. Qui i passeggeri hanno modo di visitare gli scavi, con il treno che li attende in stazione.

Il percorso riprende alle 15.05 per giungere alla destinazione Paestum alle 16.01. Anche qui visita agli antichi templi romani, con il ritorno previsto alle 17.42 e arrivo a Napoli alle 19.30 circa. Le partenze intermedie sono Pietrarsa – San Giorgio a Cremano alle 10.30 e Pontecagnano alle 15.42.

Iscrivi anche alla nostra community su Facebook


CONTINUA A LEGGERE

Un commento

  1. trovo molto bello l´idea – ma perché si parla di Cilento se il treno arriva soltanto a una delle porte del Cilento?
    Invece di fare la corsa per Pompei, io consiglierei di fare Paestum e Velia, offrendo agli ospiti anche l´occasione di tornare con i treni normali – per essere più liberi a godersi questi siti
    ps: io sto lavorando al momento ad un libro bilingue “quasi tutti si sono fermati a Paestum: racconto di viaggiatori che sono arrivati (quasi) nel Cilento – Fast alle kamen nur bis Paestum: Berichte von Reisenden, die (nur fast) ins Cilento kamen” https://www.facebook.com/pg/CilentoNarrAttore/photos/?tab=album&album_id=2084166805159593