Camerota, giornata delle memoria dedicata alla tragedia delle Strambaie

Affissa una targa commemorativa

Giornata della memoria dedicata al ricordo della tragedia delle Strambaie. L’1 giugno del 1867 dal porto di Marina di Camerota partì una barca. A bordo 20 persone, donne e uomini. L’imbarcazione era diretta alla Cala del Marcellino. Le donne a bordo stavano andando a raccogliere i fasci di erba spartea. Il gozzo, troppo carico, cominciò ad imbarcare acqua. Dodici tra donne e bambine persero la vita. Insieme a loro anche due marinai.

Oggi una delegazione di cittadini, l’Amministrazione Comunale, con l’Assessore Teresa Esposito, e il parroco, don Andrea Sorrentino, si sono recati sul luogo della tragedia per affiggere una targa e ricordare le Strambaie.

«Il mio ruolo è, tra gli altri, quello di essere un ponte tra le generazioni passate, che sono la memoria orale della nostra storia, e le donne e gli uomini del futuro – ha detto Teresa Esposito, Assessore alla Cultura e all’Area Marina Protetta -. Conoscere il nostro passato, le nostre tradizioni e i nostri antenati, ci permette di edificare fondamenta più solide per affacciarci al futuro».

Attimi di commozione, un lungo applauso e un fascio di fiori depositato sullo scoglio dove da anni sorgono delle croci

Iscrivi anche alla nostra community su Facebook


CONTINUA A LEGGERE

Comunicato Stampa

Questo articolo non è stato elaborato dalla redazione di InfoCilento. Si tratta di un comunicato stampa pubblicato integralmente.