Serie B: Salernitana sconfitta dal Palermo

Conclusa la stagione dei granata

Stasera, alle ore 20.30, è tornata in campo, la Salernitana. I campani nell’ultima giornata, sulle quarantadue in programma, del campionato cadetto hanno ospitato, tra le mura amiche dello stadio “Arechi”  tutt’altro che esaurito, il Palermo, guidata dal tecnico Roberto Stellone. La sfida, diretta dall’arbitro  Niccolò Baroni, trentacinquenne fischietto fiorentino, vede, prima del fischio iniziale, opposti i granata a metà classifica con 51 punti, a più sei sulla zona retrocessione, e i siciliani che occupano il quarto posto in graduatoria, valevole per i play-off, i rosanero sperano nel doppio passo falso di Frosinone e Parma per centrare la promozione diretta già in serata.
La Salernitana, guidata da Stefano Colantuono è scesa in campo, per l’ultima partita della stagione, con diverse novità rispetto alle precedenti uscite: Radunovic; Casasola, Schiavi, Mantovani, Popescu; Akpa Akpro, Ricci, Gaeta; Rosina, Rossi, Palombi.
Il Palermo risponde con il seguente undici: Pomini; Rispoli, Rajkovic, Dawidovicz, Aleesami; Muravski, Jajalo, Chochev; Trajkovski; Moreo, La Gumina.

La gara
Il Palermo parte meglio: Trajkovski al quinto calcia centralmente, Radunovic para senza grossi patemi. Al nono i rosanero passano: la marcatura di Rispoli viene però annullata per la posizione dubbia del terzino ospite. Poco dopo è La Gumina a impegnare la retroguardia locale, la Salernitana non punge, praticamente mai, e a metà frazione è ancora il Palermo a rendersi pericoloso, Moreo, di testa, lambisce il palo difeso da Radunovic. Nel quarto d’ora finale, da calcio piazzato, Jajalo scalda i guantoni all’estremo difensore campano. A tempo praticamente scaduto Chochev, da fuori area, porta in vantaggio, meritato, il Palermo. I padroni di casa terminano i primi quarantacinque minuti di gioco senza aver effettuato nessun tiro, l’unica pallida girata granata verso la porta di Pomini è firmata Akpa Akpro.

La ripresa si apre con Vitale, tra le fila granata, in campo al posto di Popescu. Aleesami, per gli ospiti, calcia dalla distanza, la sua conclusione viene deviata in angolo da Radunovic. Al decimo esordio per Novella, giovane classe 2001, che rileva Gaeta tra i locali. E’ Rosina, tra i ragazzi di Colantuono, a portare i primi timidi tentativi, che non inquadrano la porta, in zona calda.
La fase centrale offre meno emozioni: sono sempre i siciliani a comandare il match: i calciatori di Stellone per lunghi tratti della ripresa tengono il pallino del gioco in mano. Ospiti sfortunati, al ventesimo, con il palo colpito da Trajkovski, che salva la Salernitana. L’ultimo cambio granata vede Orlando fare il suo ingresso per Palombi, non in serata di grazia. A cinque dalla fine La Gumina chiude i giochi: la punta rosanero batte per la seconda volta Radunovic, sfruttando la scarsa opposizione della difesa avversaria, portando il parziale sullo zero a due che chiude i novanta di gioco.

Ti potrebbe interessare anche