Forlenza
AttualitàGlobal

Poste Italiane pronta a mantenere la sua presenza nei piccoli centri

E' emerso nel corso di un incontro con l'Uncem

Si è svolto a Roma un incontro tra Poste Italiane e l’Unione Nazionale dei Comuni, Comunità ed Enti Montani (Uncem). All’incontro erano presenti Giuseppe Lasco, Responsabile Corporate Affairs di Poste Italiane, Enrico Borghi, Deputato, Antonio Di Maria, Vicepresidente vicario Uncem, e Luca Lo Bianco, Direttore scientifico della Fondazione Montagne Italia.

L’incontro, che segue quello dello scorso 16 aprile tra Poste Italiane e l’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani, conferma il percorso intrapreso dall’Azienda nella direzione del dialogo e della condivisione con le Istituzioni e le comunità locali, in linea con i principi affermati dalla recente legge per i piccoli Comuni.

Nel corso dell’incontro Poste Italiane ha illustrato la nuova organizzazione del recapito, pensata per rispondere in maniera efficace ed economicamente sostenibile alle esigenze dei cittadini nell’era dell’e-commerce; l’Azienda ha inoltre ribadito l’impegno a valorizzare la sua rete distributiva – anche attraverso gli investimenti in tecnologia e formazione previsti dal nuovo Piano Industriale “Deliver 2022” – mantenendo la sua presenza in tutti i piccoli centri e implementando nuovi servizi a valore aggiunto, anche con l’aiuto delle nuove tecnologie digitali. Vengono così concretizzati i presupposti normativi inseriti nella legge nazionale 158/2017 sui piccoli Comuni che vede Poste impegnata per la crescita e lo sviluppo dei territori, in stretta interazione con la pubblica amministrazione e gli Enti locali.

Il confronto e la collaborazione con l’Uncem proseguiranno, anche a livello locale, con l’obiettivo di individuare le soluzioni più efficaci per migliorare la qualità dei servizi e dei prodotti offerti da Poste Italiane su tutto il territorio nazionale.

Continua dopo la pubblicità
Tags
Continua dopo la pubblicità
blank

Katiuscia Stio

Laureata in Filosofia. Inizia l'attività giornalistica nel 1999 collaborando con vari giornali locali, mensili, web e realizzando servizi per una rubrica in onda su Telecolore. E' stata socia di associazioni culturali per la promozione e valorizzazione del territorio di cui ha curato la comunicazione e l'organizzazione e animatrice di gruppi di azione locale. Nel tempo ha collaborato con i quotidiani Cronache, La Città, attualmente è corrispondente de Il Mattino. Dal 2014 entra a far parte della famiglia di Info Cilento.

Un commento

  1. Ma che p….ora questo gruppo di furbastri,fanno questi annunci a dimostrare che anticipano i cinque-stellati,ma che ipocrisia.
    Ma come si fà a chiudere almeno il 60% degli uffici rurali per anni e anni e minacciando di chiuderne altri ma che fanno terrorismo sociale,roba da non credere,ma lo sanno che diritto sociale e superiore a diritto economico.
    Ma dopo tutto questo i pseudo dirigenti nazionali che non sanno amministrare,mica hanno cercato di supplire con un
    servizio supplementare economico,almeno con le pensioni +un servizio con corrieri per la posta e i pacchi.
    Ma quando mai,i super stipendiati i problemi li creano mica li risolvono.
    E ora si pure vantano con questa legge invocata 40 anni fà.
    Che sc….

Close

Hai Ad Block Attivo

Disattiva Ad Block su questo sito se vuoi continuare a leggere InfoCilento.it