Pegaso Agropoli
domenica, Settembre 19, 2021
HomeLocalitàCilentoGiro d'Italia ad Agropoli: poche immagini in tv, ecco perché

Giro d’Italia ad Agropoli: poche immagini in tv, ecco perché

Gli orari rigidi della tv non hanno permesso ad Agropoli di avere ampio risalto sulle reti Rai in occasione del passaggio del Giro d’Italia. Tutto era già previsto, ma non è servito per evitare la delusione dei tanti telespettatori che speravano in un maggior risalto grazie alle telecamere della tv statale.

Ma quale è stato il problema? L’arrivo dei corridori ad Agropoli è avvenuto proprio in concomitanza con il passaggio delle trasmissioni da Rai Sport (che trasmetteva in diretta la gara) a Rai 2. Sulla seconda rete nazionale, dalle 14.30, andava in onda la trasmissione “La Grande Corsa”. Tra presentazioni e saluti di conduttore e ospiti in studio, è saltata proprio la diretta da Agropoli. Qualcuno ha ipotizzato che fosse un boicottaggio “studiato” per la presenza di un gruppo di persone in città che sventolava per protesta le bandiere della Palestina proprio sul lungomare agropolese. Così non è stato, infatti le immagini dell’arrivo volante ad Agropoli sono state riproposte alcuni minuti dopo ed erano inquadrate anche le bandiere della Palestina. Inoltre, secondo palinsesto, soltanto alle 15 sarebbe iniziato un nuovo collegamento in tempo reale dalla corsa.

A riprendere Agropoli, via terra e via aereo Eurosport. Sul canale satellitare è stato dato ampio risalto alla città e non sono mancate anche delle polemiche da parte dei telecronisti. Nell’occhio del ciclone l’amministrazione comunale, rea di non aver eliminato un cordolo in via Risorgimento, posto proprio al centro della carreggiata e pericoloso per i ciclisti. Qualche disagio anche sulla Via del Mare dove un giovane a bordo di uno scooter è caduto proprio poco prima del passaggio della corsa ed è finito in ospedale, trasportato in eliambulanza vista la chiusura di tutte le strade per Vallo della Lucania.

Il sindaco Coppola minimizza e precisa: “è stata una bella festa di sport e di sano divertimento. Ringrazio tutti quelli che si sono impegnati affinché tutto andasse per il meglio, un ringraziamento particolare va al capitano della Polizia municipale, Carmine Di Biasi”.

Impegnati, oltre alle forze dell’ordine, tantissimi  volontari della Protezione Civile. Soltanto a Capaccio Paestum ve ne erano 55: provenivano anche da Giungano, Contursi, Trentinara e Altavilla Silentina.

La carovana dei ciclisti ha attraversato il territorio poco dopo le ore 12.00 fino alle successive ore 16.15 senza alcun rilievo di ordine pubblico percorrendo strade ed arterie principali dei centri interessati, alla presenza di migliaia di cittadini entusiasti, accorsi per assistere al transito del Giro d’Italia.

Ernesto Rocco
Inizia l'attività giornalistica nel 2003, collaborando con il mensile "Il Cilento Nuovo". Successivamente diventa addetto stampa dell'U.S.Agropoli 1921, ruolo che manterrà fino al 2013 e che tornerà a ricoprire negli anni successivi. Nel 2005, fonda il portale InfoAgropoli (divenuto poi InfoCilento), di cui è caporedattore. Dal 2012 è collaboratore de "Il Mattino" e dell'agenzia di stampa Mediapress. Si occupa dell'organizzazione e della gestione di uffici stampa con lo studio di comunicazione Qwerty. Conduce programmi radio e tv sui canali di InfoCilento ed è opinionista e corrispondente di alcune televisioni locali.

11 Commenti

  1. Riguardo al cordolo in Via Risorgimento, cinque anni fa fu tolto proprio in occasione del transito del Giro d’Italia. Spiace che stavolta nessuno dei responsabili ci abbia pensato. Se è vero che i telecronisti di Eurosport hanno sottolineato la cosa, non si può dar loro torto

      • Intanto viisto c0he fai questa considerazione almeno abbi il coraggio di firmarti.Non ti permetto di dire che Agropoli e un paese di zingari .Qualora ci fossero vengoni da aktri paesi

        • purtroppo devo vergognosamente ammettere che sono di agropoli… un paese di merda dove non c’è un cazzo, zingari a parte. I quali indipendentemente dalle loro origini hanno trovato in Agropoli terreno fertile per proliferare!

  2. Caccamo dimettiti oggi eri nella protezione civile.e non hai provveduto a togliere il cordolo!!

  3. Meglio spariredal video se no avremmo dovuto far vedere in tv anche le 2 montagne di poseidonia
    MONTAGNA COPPOLONE E MONTAGNA ANNURCONE

  4. per cortesia……….. finitela di parlare male di Agropoli dove ci sto tanto bene durante l’estate-
    Comunque e’ facile criticare quando si sta all’opposizione…….
    Annalisa da Avellino

  5. Bisogna viverci tutto l’anno per dire che ci si sta bene e non solo per le ferie cara Annalisa……. E’ una vergogna , non saper organizzare un evento che viene visto da tutta l’italia: Sono occasioni per attrarre i turisti con la T maiuscola , altro che bravo capitano dei vigili e sindaco. Le parole non servono, servono i fatti…… E poi un geometra di agropoli che non conosce le misure dei templi è ancora piu’ vergognoso. Poteva anche prepararsi per l’intervista…….

Commenti chiusi

Membership