Serie B: poker salvezza per la Salernitana

Battuto il Brescia all'Arechi

Oggi alle ore 15:00, dopo gli anticipi in programma ieri, è sceso in campo il grosso del turno numero trentotto, il quart’ultimo della stagione regolare, del campionato cadetto. La Salernitana, che prima del calcio d’inizio staziona a metà classifica con 44 punti a più quattro sulla zona play-out, ha ospitato allo stadio “Arechi” il Brescia, guidato dal tecnico Roberto Boscaglia, avanti di due lunghezze in graduatoria ai campani. Nell’impianto, sotto la direzione di gara affidata  al signor Luigi Pillitteri della sezione di Palermo, da segnalare grossi vuoti sugli spalti dopo gli ultimi risultati non esaltanti della truppa di Stefano Colantuono. Il tecnico dei granata, conferma l’ormai collaudato 4-3-3 di partenza. Tra i pali  Radunovic, nella linea a quattro Casasola e Vitale sono i due terzini, Schiavi e Mantovani i centrali difensivi.  A centrocampo Ricci agisce in cabina di regia con Kiyine e Odjer ai lati, davanti Sprocati e Rosina supportano Bocalon unica punta.

La gara

Il match non troppo esaltante dal punto di vista delle conclusioni vede le due formazioni impegnate studiarsi e accontentarsi dello zero a zero.
I granata cominciano meglio e prendono il pallino del gioco in mano.
La prima vera occasione è di marca campana, un cross di Casasola arriva sulla testa di Bocalon che trova attento l’estremo difensore delle rondinelle Minelli.
Al minuto 28 Sprocati porta in vantaggio i locali: la punta, servita al bacino da Rosina, concretizza come meglio non potrebbe. La prima frazione termina cosi con i granata avanti per uno a zero, ammonito, tra i granata, nel finale Ricci.

La ripresa è tutta un’altra partita: il Brescia trova la rete del gioiellino diciassettenne Tonali, che sfrutta il cross di Martinelli. Al 12′ esce Kiyine che lascia il campo a Zito. Poco dopo torna al goal Bocalon che riporta avanti i granata.

Colantuono si copre: al ventesimo caccia Sprocati, una punta inserendo Popescu, un difensore. Un giro di lancette dopo arriva il tre ad uno: Somma, difensore bresciano, firma uno sfortunato autogol mettendo alle spalle del proprio portiere. Al 27′ Okwonkwo riapre una gara che sembrava ormai chiusa: Ricci perde palla sanguinosissima in zona calda, permettendo all’ex Bologna di superare Radunovic. Il centrocampista granata, nell’ultima sostituzione campana, lascia il campo a Signorelli.

Al 37’ Zito sigla il quattro a due definitivo: dopo la rete il mancino, già ammonito, si toglie la maglia rimediando il secondo giallo. Con questo successo i granata superano gli avversari e allungano sulla zona play-out.

Iscrivi anche alla nostra community su Facebook


CONTINUA A LEGGERE

Christian Vitale

Christian Vitale è un giornalista pubblicista che collabora con la Redazione di Infocilento.it dall'aprile del 2016. E' il responsabile della redazione sportiva.