Terme Cappetta
In Primo PianoSport

Eccellenza: l’Agropoli batte il Valdiano ed affronterà lo spareggio con il Sorrento

In gol Natiello, Guadagno e Gullo. Domenica prossima sfida ai rossoneri in campo neutro.

L’Agropoli fa il suo dovere regolando il Valdiano nell’ultima giornata per 3-0 e si giocherà lo spareggio contro il Sorrento domenica prossima in campo neutro, per la promozione diretta in serie D. Questo il verdetto dell’ultima giornata del campionato di Eccellenza Campania girone B. I rossoneri con il gol di Falanga sono riusciti a superare in trasferta la Virtus Avellino, spegnendo i festeggiamenti cilentani al’ 65′. In pieno recupero un gol annullato alla formazione di Criscitiell, sarà oggetto di polemiche e discussioni per tutta la settimana. Andiamo alla cronaca della gara vinta dai delfini. Olivieri ha schierato il 3-5-2 di partenza confermando in blocco l’undici di partenza di sabato scorso. Davanti a Spicuzza, Hutsol, Giura e Pascuccio compongono la retroguardia, a centrocampo Iommazzo a sinistra, Lopetrone in cabina di regia, con Natiello e Guadagno incursori e De Foglio sul’out di destra, mentre in attacco confermato il tandem Bozzi-Maione. Il Valdiano, non aveva molto da chiedere a questa gara e si è presentato priva di Sorriso, in attacco Siciliano agiva alle spalle dei giovani Vitale ed Isoldi. L’Agropoli parte subito con il piglio giusto e già al 5′ va vicinissima al gol con Bozzi, che a tu per tu con Novelli spara il destro addosso all’estremo difensore blaugrana. I delfini aumentano man mano la pressione e dopo un tiraccio dell’ospite la Femina passano in vantaggio già al 13′: lancio calibrato alla perfezione da Guadagno che pesca l’ex Vultur Natiello bravo a beffare di testa il portiere valdianese. Brivido per i delfini al 19′, Isoldi bravo a rubare il tempo a Giura con un pallonetto scavalca Spicuzza, ma è bravo Hutsol a sventare la minaccia. Al 23′ l’Agropoli sciupa un’occasione clamorosa con Maione che si fa ipnotizzare a tu per tu da Novelli. L’ex Ischia sembra essere in giornata no dal punto di vista realizzativo: lo si capisce quando al 33′ il suo colpo di testa finisce fuori dopo un’azione iniziata da De Foglio sull’out di destra. Si rivede il Valdiano al 40′: la punizione di Siciliano viene deviata in corner dalla barriera, con palla che tocca la parte superiore dell’esterno della rete a Spicuzza battuto. Sul finire di primo tempo altre due occasioni per l’Agropoli, la prima sciupata ancora da Maione, la seconda è un bolide dalla distanza di Lopetrone che termina di poco alto. Sul punteggio di 1-0 si chiude quindi la prima frazione.

Ad inizio ripresa Olivieri manda in campo Gullo per un buon De Foglio ed i delfini iniziano subito con il piglio del primo tempo. Al 49′ arriva lo splendido gol di Guadagno, che da fuori area lascia partire un mortifero bolide da circa 30 metri con palla che va a togliere le ragnatele alla porta valdianese. Un gol davvero strepitoso a suggello di una partita sonotuosa del classe 2000. Entra anche Capozzoli al posto di Giura, con l’Agropoli che passa al 4-3-3 ed i delfini trovano la terza realizzazione proprio a termine di una bella combinazione dei due nuovi entrati: passaggio del fantasista aquarese e gol di Gullo che a tu per tu con Cibelli (entrato per Novelli) lo fredda senza esitazioni. La gara si trascina quindi fino al 90′: nessuna delle due squadre vuole far gioco e tutto il Guariglia, questa volta davvero pieno in ogni ordine di posto, è concentrato sulla sfida del Renzulli tra Virtus Avellino e Sorrento. I tifosi attendono buone notizie, ma vengono freddati dal gol sorrentino, anche se gli irpini nei minuti di recupero giungono al pari nel giubilo del Guariglia. Un’ esultanza sfrenata destinata a durare pochi secondi: l’arbitro annulla la realizzazione biancoverde, facendo proseguire la stagione allo spareggio per la promozione diretta. Sarà un’altra domenica davvero da brividi, quella della prossima settimana.

Tags

Un commento

E' stato rilevato Adblock

Per favore disabilita Adblock su questo sito