Sapri, nuovo presidente per la ProLoco. L’associazione riparte

Si punta a creare un’associazione di riferimento per il territorio

Lo scorso 19 marzo sono stati rinnovate le cariche sociali della Pro Loco di Sapri. Giuseppe Avagliano è il nuovo presidente. Guiderà l’associazione per il prossimo triennio; prende il posto della dimissionaria Chiara Avagliano. Proprio a lei va il primo ringraziamento del neo presidente “per il lavoro svolto come presidente uscente della Proloco negli anni passati, per l’impegno profuso nell’attività associativa e nel realizzare le manifestazioni che hanno dato maggiore visibilità alla nostra associazione”.

Il nuovo direttivo della Proloco vede la rappresentanza di tante realtà cittadine; ci sono esponenti dell’associazione dei commercianti, professionisti, componenti di associazioni cattoliche e liberi cittadini mossi dall’amore per Sapri.

Ora il primo obiettivo è l’organizzazione della stagione estiva e l’appello è ad una collaborazione attiva della cittadinanza. “La Proloco ha bisogno di tutti e per questo auspico che altri si uniscano prossimamente al nostro gruppo di volontari, dedicando parte del loro tempo per il bene del territorio, del prossimo e della cittadinanza in genere per cercare di rendere sempre più armoniosa la nostra collettività – dice Avagliano – Mi auguro che la nuova Proloco riesca in questo modo a dialogare con tutte le realtà cittadine perché per crescere credo ci sia bisogno del contributo di tutti; serve un gioco di squadra dove tutti possono e devono portare il proprio contributo di idee e di risorse, confermando che a Sapri esistono persone che intendono promuovere il proprio territorio, la propria cultura e le proprie origini, assumendo un ruolo da protagonisti e non restando alla finestra a guardare o, peggio, a giudicare”.

Non mancano i buoni propositi per il futuro, in primis “riuscire a creare un’Associazione di riferimento per i singoli ma anche per le altre Associazioni e Gruppi in modo da poter attuare tutte le attività utili alla valorizzazione del nostro Paese”. Nell’immediato, invece, Avagliano ritiene dover promuovere i luoghi storici, quelli legati a Pisacane e le produzioni locali.