Tolomeo
AttualitàCilentoIn Primo Piano

Castellabate, l’appello del consigliere Lo Schiavo: più attenzione per l’istituto De Vivo

Situazioni di degrado, chiesti interventi

Maggiore attenzione per gli istituti scolastici. Lo chiede Alessandro Lo Schiavo, consigliere comunale, facendo riferimento in particolare alle condizioni del Vico-De Vivo per il quale ha inviato una missiva al sindaco di Castellabate, alla Provincia di Salerno e al dirigente scolastico per rappresentare la situazione in cui versa il plesso di San Marco di Castellabate.

Da alcuni mesi l’ingresso principale dello I.IS Vico De Vivo di S. Marco di Castellabate è interdetto al passaggio degli alunni e del personale tutto della Scuola, causa le criticità riscontrate al solaio d’ingresso. “E’ stato individuato un percorso alternativo attraverso i cancelli dell’adiacente struttura della cooperativa De Vivo, un ingresso angusto, delimitato da picchetti e rete di cantiere, che accompagna gli alunni, i docenti, le famiglie in quel po’ che rimane ancora della scuola”. ricorda Lo Schiavo

“Il nuovo ingresso provvisorio – prosegue – mette alla luce anche le disastrose condizioni del campo sportivo e di come i cinghiali abbiano devastato parte dello stesso. Un’altra pubblicità in negativo per questa Scuola, che ne pregiudica il futuro, come anche le iscrizioni per l’anno prossimo . Questa presentazione a significare di come le Istituzioni Comune e Provincia siano lontane dal risolvere il problema trincerandosi dietro le classiche risposte: non è mia competenza (il Comune), non ci sono soldi per intervenire (la Provincia)”.

“Così, si va avanti nella provvisorietà, nell’attesa che si trovino i fondi per mettere in sicurezza l’ingresso e, quella che doveva essere una scelta tampone diventa la soluzione al caso”, sostiene Lo Schiavo che “anche a nome del personale tutto, delle famiglie, degli alunni”, chiede a riguardo “quell’attenzione che fino ad oggi è mancata”.

Tags

Ti potrebbero interessare