Tolomeo
CilentoIn Primo PianoPolitica

Franco Alfieri inaugura il comitato elettorale di Vallo della Lucania. Aloia: ‘Sei il candidato di tutto il Cilento’

L’ex sindaco di Agropoli va oltre le polemiche: questo momento passerà

«La morte di Angelo Vassallo è stata un evento terribile che ha addolorato tutti noi, ma non capisco questo accostamento con me, quindi preferisco non rispondere alle polemiche. So che la lotta politica si fa anche con i veleni e con i pugnali ma questo momento passerà». Da Vallo della Lucania, in occasione dell’inaugurazione del suo comitato elettorale, Franco Alfieri risponde pacatamente alle polemiche innescate 24 ore prima da Antonio Vassallo, figlio del sindaco pescatore di Pollica Angelo. L’ex sindaco di Agropoli nel suo intervento, durato quasi mezz’ora, ha parlato delle grandi sfide del territorio, delle sue potenzialità e della necessità di avere un rappresentante politico in grado di portare anche in Parlamento le istanze delle comunità locali. Nessun riferimento, invece, alle critiche degli ultimi giorni, né alle parole della famiglia Vassallo, né alla candidata 5 Stelle Alessia D’Alessandro che a pochi metri da lui incontrava i simpatizzanti dei 5 Stelle.

Al taglio del nastro del suo comitato elettorale c’erano circa duecento persone e tra questi tanti amministratori locali. Un risultato importante considerato che i politici agropolesi mai prima avevano fatto breccia nel cuore dei vallesi, legati negli ultimi decenni alle famiglie Valiante e Cobellis. Il parlamentare uscente, assente e ancora deluso dalla mancata candidatura, ha fatto comunque sapere che sosterrà il Pd e il suo candidato. Nonostante la sua assenza c’erano molti amministratori in passato legati a doppio filo con Simone Valiante ed ora vicini al candidato Franco Alfieri. Tra questi il sindaco di Centola Carmelo Stanziola, di Laurito Vincenzo Speranza, di Ceraso Gennaro Maione, di Ascea Pietro D’Angiolillo. Ad eleggerlo a riferimento politico del territorio ci ha pensato ufficialmente il padrone di casa, il centrista Antonio Aloia. «Sei il candidato di tutto il Cilento – ha detto – vai a rappresentare non solo le esigenze di Agropoli ma dell’intero territorio, in particolare dei paesi dell’interno che in questo periodo stanno soffrendo».

Un concetto, quest’ultimo, ribadito dalla candidata di Civica Popolare Maria Ricchiuti e dal consigliere provinciale Pasquale Sorrentino, esponente dei socialisti, intervenuto con la candidata al listino della Camera Anna Maria Maiorano. Insomma l’appuntamento di Vallo ha eletto Alfieri come l’uomo che il popolo centrista e della sinistra moderata sosterrà. Un apporto forse addirittura più ampio del previsto, tanto da emozionare lo stesso Alfieri che nel suo intervento ha sottolineato che sarà l’uomo del territorio, il riferimento per la cittadinanza in Parlamento. «Respiro nell’aria un entusiasmo contagioso, il desiderio di un’unica grande comunità che vuole trovare nell’unione la forza e la speranza del cambiamento, perché lo merita», ha detto l’ex sindaco di Agropoli ringraziando quanti erano presenti. Alfieri si è detto certo di essere una persona in grado di poter far valere le ragioni di un territorio, il Cilento, il Vallo di Diano e gli Alburni, «senza alcuna sorta di campanilismo». Poi ha invitato nuovamente gli avversari ad una campagna elettorale fatta da toni più pacati, «senza rancori, senza attacchi, non per dividere ma per unire, non per distruggere ma per costruire».

Tags

15 commenti

  1. Perché non fate un articolo anche per i candidati delle altre liste? Vi siete già schierati?

  2. Purtroppo è così,la stampa,in molti casi,fa politica cercando di far credere alla gente quello che vuole,politici esclusi dalle candidature che sono quasi contenti di esserlo stati e che appoggeranno Alfieri,spero di cuore che questa volta i cittadini si sveglino e votino senza condizionamenti.

  3. Vedo un futuro luminoso e splendido per questa terra… come dare torto a chi se ne è andato,forse i migliori….

    1. Come leccaculi di chi è stato non assolto con una sentenza ma che la condanna E’ stata fatta andare in “prescrizione” chissà perchè? spero che i cittadini onesti e non “costretti” ,non lo votino.

  4. Spero che i Sindaci che stanno affiancando franco alfieri,si ricredano, e che passandosi la mano per la coscienza,si salvino dal far votare una persona che non a fatto altro che i suoi interessi e quelli dei suoi fedelissimi lecc…lo.

  5. Caro “Anonimo” sei un cretino, tipico fanatico che cerca il Messia ad ogni tornate elettorale. Oggi sarà qualcuno dei 5 stelle, ieri magari era Berlusconi, domani sarà Salvini… Sei senza idee…

  6. Che io sia un cretino,può darsi,ma fesso no, questa volta voglio dare credito a chi non ha mai amministrato questo paese cioè M5S, gli altri li conosciamo troppo bene ed io ne sono stufo,spero che,come sento in giro,molte altre persone e anche tu caro amico,la penseranno così il 4 di marzo.

  7. poveri illusi le elezioni servono a legittimare accordi già presi. I sindaci con una tessra in tasca PD per forza che devono leccare il “loro” candidato. Ma vi rendete conto a che livelli è scesa la politica ma veramente L’Avv. Alfierio sarebbe il peggio andrà a sedersi tra gli scranni della minoranza.

E' stato rilevato Adblock

Per favore disabilita Adblock su questo sito