Commisero truffe a Sanza e Caselle in Pittari: identificati due iraniani

Erano riusciti ad impossessarsi di 1300 euro

La Stazione carabinieri di Sanza, comandata dal Lgt. Antonino Russo nella serata di ieri ha eseguito una misura cautelare emessa dal Tribunale di Lagonegro (PZ) nei confronti di due cittadini iraniani, poiché risultati autori della truffa e consequenziale furto commessi nel mese di maggio 2017 nei comuni di Sanza e Caselle in Pittari.

I Carabinieri di Sanza, al termine delle indagini, sono riusciti a dimostrare le responsabilità dei due, un uomo ed una donna, K.Z. classe 71 e S.S. classe 81, i quali introducendosi in una Farmacia del Comune di Caselle in Pittari ed in una sala giochi del comune di Sanza, riuscivano ad impossessarsi di due cospicue somme di denaro, per un complessivo di 1300 euro.

I due autori, adesso identificati e rintracciati nel comune di Castel Volturno (CE) sono stati sottoposti all’obbligo di dimora in attesa del processo che si terrà presso il Tribunale di Lagonegro.

 

Iscrivi anche alla nostra community su Facebook


CONTINUA A LEGGERE

Comunicato Stampa

Questo articolo non è stato elaborato dalla redazione di InfoCilento. Si tratta di un comunicato stampa pubblicato integralmente.