Ottati: eventi sicuri. Sindaco fissa le regole per somministrazione di alcolici e superalcolici

Le disposizioni prevedono anche divieti di abbandonare contenitori di alimenti e bevande

OTTATI. Eventi sicuri nel Comune alburnino. Il sindaco Eduardo Doddato, ritenendo importante da parte dell’amministrazione tutelare l’incolumità delle persone ed evitare episodi che possono creare turbativa alla loro libertà ed alla quiete pubblica, ha deciso di disciplinare l’attività di somministrazione di bevande alcoliche e superalcoliche, il cui uso smodato può essere causa di problemi. Inoltre l’abbandono, dopo l’uso, di contenitori di alimenti e bevande (in vetro, in plastica, in cartone, ecc, integri o frantumati) oltre che sporcare e imbrattare, può creare pericolo ai cittadini che fruiscono degli spazi pubblici, con conseguente lesione dei fondamentali diritti alla salute, alla sicurezza ed alla quiete.

Di qui il provvedimento del primo cittadino che ha imposto il divieto assoluto per tutti i gestori di esercizi commerciali, di vendere e somministrare, anche a titolo gratuito,  prodotti e bevande superalcoliche nella fascia oraria tra le ore 22:00 e le ore 06:00 e bevande alcoliche nella fascia oraria tra le ore 02:00 e le ore 06:00, in occasione di tutte le manifestazioni pubbliche che si svolgeranno nel territorio. E ancora è fissato il divieto di cedere, per asporto, alimenti/prodotti e bevande in contenitori di vetro e lattine dalle ore 15:00 alle ore 06:00 del giorno successivo alla fine delle manifestazioni; e infine prescritto il divieto di abbandonare nei luoghi pubblici qualunque contenitore vuoto di alimenti e bevande, rifiuti e qualsiasi altro soggetto.

Esiste però la facoltà di vendere per asporto, bevande o aliment in contenitori di plastica privi di tappo e in bicchieri di plastica. L’inosservanza delle disposizioni comporta salate sanzioni amministrative .

Iscrivi anche alla nostra community su Facebook


CONTINUA A LEGGERE

Angela Bonora

Studia Scienze della Comunicazione, è appassionata ai film del cinema e ai telefilm stranieri. Nel tempo libero legge molti libri soprattutto romanzi e gialli. Le piace leggere i giornali da cui apprende molte informazioni di cultura generale ed è per questo che le è sempre piaciuto fare la giornalista, iniziando così a scrivere articoli.