Forlenza
CilentoCronacaIn Primo Piano

Sorpreso e denunciato cacciatore nella riserva naturale “foce Sele-Tanagro”

Operazione compiuta da carabinieri e guardie Enpa

Ieri mattina i militari dell’Arma dei Carabinieri della stazione di Borgo Carillia, diretti dal M.C. Lorito Vittorio e le guardie dell’Enpa di Salerno, hanno sorpreso un soggetto a praticare attività venatoria nell’area protetta ” Foce Sele-Tanagro” a circa 25 metri dalla sponda del fiume Calore, non rispettando i limiti della Riserva.

Il cacciatore è stato denunciato per esercizio di attività venatoria in area protetta. Dopo i primi controlli alla ricerca di fauna illecitamente abbattuta, i militari dell’Arma e le guardie dell’Enpa hanno sequestrato numerose nasse ed una rete da posta. Sia nelle nasse che nella rete vi erano Cefali, Granchi e numerose Anguille, queste ultime risultano a livello “critico” nello stato di conservazione dello IUCN. Ne è vietata la pesca in tutta la Campania.

L’Enpa fa sapere che è costante l’impegno nel contrastare l’attività venatoria al fine di salvaguardare la fauna migratoria:”Al 31 dicembre si e’ chiusa la caccia per alcune specie, quali l’Allodola, Merlo, Lepre comune e per il Cinghiale- commenta Alfonso Albero, capo nucleo delle guardie Enpa Salerno-i controlli continueranno per assicurarci che non ci siano illeciti e per la salvaguradia delle specie protette”.

Altro successo è stato il recupero di una Poiana da Palomonte nella giornata di ieri, l’animale ora si trova nel Centro Recupero Animali Selvatici di Napoli per le cure e successiva liberazione.

Continua dopo la pubblicità
Tags
Continua dopo la pubblicità
blank

Debora Scotellaro

Laureanda in Sociologia.
Close

Hai Ad Block Attivo

Disattiva Ad Block su questo sito se vuoi continuare a leggere InfoCilento.it