Forlenza
AttualitàCilentoIn Primo Piano

Curiosità: le tradizioni del cenone di Capodanno

Le lenticchie, il piatto che non deve mai mancare a tavola

Tra le numerose usanze per dare l’addio al vecchio anno, nella notte di San Silvestro, vi è quella di mangiare lenticchie, accompagnate da zampone o cotechino. Questa tradizione, largamente diffusa in tutta Italia, vuole che consumare il legume a Capodanno sia di buon auspicio e in particolare rappresenta la speranza di prosperità per l’anno nuovo.

Un piatto,che non può mancare nelle tavole degli italiani per il consueto cenone di Capodanno. Ma da dove nasce questa credenza popolare? Le radici della leggenda affondano nell’antica Roma, quando era abitudine regalare una borsa di cuoio chiamata “scarsella”, solitamente legata alla cintura, piena di lenticchie.

L’augurio era che si trasformassero in monete, questo perché il nome della lenticchia deriva dal latino “lens”, lente, legato alla forma del legume che ricorda quello di una moneta.

Continua dopo la pubblicità
Tags
Continua dopo la pubblicità
blank
Close

Hai Ad Block Attivo

Disattiva Ad Block su questo sito se vuoi continuare a leggere InfoCilento.it