Operazione antibracconaggio a Serre

Carabinieri ed Enpa sequestrano armi

Ennesimo colpo inferto al bracconaggio nell’area protetta “Foce Sele-Tanagro” dai Carabinieri della stazione di Borgo Carilia diretti dal Maresciallo Lorito Vittorio, ormai noto agli ambientalisti locali per la sua dedizione nella lotta al bracconaggio.

I militari e le guardie Enpa sotto le sue direttive sono riusciti a sorprendere, dopo un appostamento tra i rovi lungo le rive del fiume, due cacciatori in area protetta. Fortunatamente i due non avevano abbattuto fauna fino a quel momento, nonostante il passo di migratori sia in piena attività. I cacciatori sono stati deferiti all’Autorità Giudiziaria per reati connessi alle Leggi 157 del 1992 e 394 del 1991, con sequestro delle armi e del munizionamento in loro possesso. Ulteriori controlli sono stati effettuati nelle zone limitrofe con esiti regolari.

I controlli proseguiranno nei prossimi giorni, al fine di garantire il regolare svolgimento dell’attività venatoria.

Continua a leggere su InfoCilento.it


CONTINUA A LEGGERE
blank

Comunicato Stampa

Questo articolo non è stato elaborato dalla redazione di InfoCilento. Si tratta di un comunicato stampa pubblicato integralmente.

Hai Ad Block Attivo

InfoCilento.it è un porale gratuito e si mantiene grazie alla pubblicità. Non adottiamo alcuna forma di pubblicità invasiva, fastidiosa o pericolosa. Per questo se vuoi continuare a usufruire dei servizi di InfoCilento.it disattiva AdBlock per questo sito. Per farlo clicca con il pulsante destro del mouse sull'icona di AdBlock e seleziona "Sospendi su questo sito". In questo modo potrai continuare a visitare InfoCilento.it e accedere a tutti i suoi contenuti. Grazie!