Montella PrismArredo
AttualitàCilentoIn Primo Piano

Un progetto per il recupero dell’area adiacente la Scala Santa

Comune punta ad ottenere finanziamenti dalla Regione

MONTANO ANTILIA. Il comune guidato dal sindaco Alberto del Gaudio, ha approvato il progetto di “Riqualificazione di piazza San Nicola e via adiacenti”.

L’obiettivo è candidare l’intervento nell’ambito del PSR CAMPANIA 2014-2020, misura 7, dedicata a “servizi di base e rinnovamento dei villaggi nelle zone rurali – 7.6.1 – riqualificazione del patrimonio architettonico dei borghi rurali intervento b2 ristrutturazione di piccoli elementi rurali, strade e piazze storiche”.

In questo contesto l’amministrazione comunale ha proposto la riqualificazione del percorso all’interno del centro storico denominato “Scala Santa – Cappella di Sant’Anna”. L’importo totale del progetto è di circa euro 218.979.

La Scala Santa è una cappellina situata nella parte alta del paese, costruita a modello di quella di Roma ed è una delle tre presenti nel mondo, l’altra è a Zara in Ex Jugoslavia.

Sullo stipite dell’entrata, in basso, una pietra porta inciso in latino una frase che ha più o meno questo significato: “viandante che passi davanti a questo tempio, sosta e dici le tue preghiere per ricordare il sacrificio divino”.

La costruzione è tipica del 600 e fu eretta, forse, dal marchese Antonio Cammarano, al quale fu concesso dallo Stato Pontificio di erigere una Scala Santa per adempiere un voto.

La chiesetta è aperta durante al settimana Santa, inoltre a coloro che la visitano nei venerdì di Quaresima e nel venerdì Santo sono concesse le indulgenze dispensate a coloro che visitano la Scala Santa di Roma.

Tags

2 commenti

  1. Una precisazione ,anzi due. La prima è : che solo in Italia di Scale Sante se ne trovano circa una ventina ed in alcune ci sono opere di grandi artisti.
    La seconda,non forse,è stata eretta dal Marchese Gammarano nel “600”, che recatosi dal Papa dell’epoca gli fu concessa la possibilità di adempìre ad un “voto” costruendo la chiesetta in un luogo dove erano solite sostare le “compagnie” che andavano al Santuario del Monte Gelbison. (la bolla Papale è conservata in un archivio a Montano Antilia da privati).
    Forse volevi rilevare l’importanza religiosa. Se la si visita nella settimana di Pasqua ed in particolar modo il Venerdì Santo si guadagnano l’indulgenzae plenarie per i defundi,infatti solo in tre Scale Sante vale questa regola Roma.Zara(ex Juguslavia),Montano Antilia (Sa).
    Grazie dell’articolo,il mio commento è stato fatto non per correggere(non ne sono capace),ma solo per dare delle notizie sul mio amato Paese(Montano Antilia)affinchè invoglia i visitatori a venire anche in inverno. Grazie

Ti potrebbero interessare

Close

Hai Ad Block Attivo

Disattiva Ad Block su questo sito se vuoi continuare a leggere InfoCilento.it