Odissea dal Cilento a Roma: treno bloccato quasi due ore in galleria

Attimi di paura a bordo del convoglio


Vera e propria odissea per i passeggeri dell’Intercity 35452 di questa mattina, che dalla Calabria raggiungeva il Cilento, quindi Salerno, Napoli Centrale e Roma.
A causa di un guasto il convoglio è rimasto quasi un’ora e mezza bloccato all’interno della galleria tra Salerno e il bivio di Santa Lucia. All’improvviso il locomotore si è fermato e i vagoni sono rimasti senza luce e senza aria condizionata. Si sono vissuti momento di panico per i circa 500 passeggeri del treno. Soltanto intorno alle 14 è stato possibile riprendere il viaggio grazie all’arrivo in loco di un’altra motrice. Il convoglio è arrivato a Napoli soltanto alle 16,35, con oltre due ore di ritardo, poi è ripartita in direzione Roma.

A testimoniare l’accaduto anche Vincenzo Pepe, presidente nazionale di Fare Ambiente. “Scene di panico, con bambini che piangono, stranieri che non capiscono! Qualcuno propone di forzare le porte e i finestrini! Oltre 500 persone disperate con il personale delle ferrovie dello Stato bravissimi ma totalmente impreparati ad una tale emergenza! Aprono i finestrini di emergenza ma dopo un po per il caldo l’aria inizia a mancare! Una signora consola e cerca di distrarre una signora che soffre di ansia, uno studente non arriverà in orario per l’esame e si dispera! Un signore calabrese piange e prega. Io cerco di sdrammatizzare ma anche io soffro di claustrofobia”, racconta.

“La motrice non funzionava già dalla Calabria e ad Agropoli arriva con oltre 80 minuti di ritardo”, denuncia Pepe, ricordando che “Non è la prima volta, del resto tutti sanno che al Sud le ferrovie sono un disastro. La motrice dal sud e per il sud non funziona meglio non ha energia”.

Trenitalia ha fatto sapere che sulla tratta vi è stato un guasto alla linea di alimentazione: due regionali sono stati cancellati, tre hanno subito limitazioni al percorso, altri hanno fatto registrare ritardi.

Ti potrebbe interessare anche