Confetti Maxtris
Confetti Maxtris
In Primo Piano

Capaccio Paestum, si cercano accordi e alleanze per il ballottaggio

Capaccio Paestum, si cercano accordi e alleanze per il ballottaggio

I Cinque Stelle annunciano: nessuna alleanza

I Cinque Stelle annunciano: nessuna alleanza

CAPACCIO PAESTUM. Continuare a percorrere la strada intrapresa cinque anni fa dando fiducia al sindaco in carica Italo Voza oppure cambiare e votare Franco Palumbo? I cittadini di Capaccio Paestum hanno dieci giorni di tempo per decidere ed è chiaro che a determinare la vittoria dell’uno o dell’altro candidato saranno gli elettori che nella prima fase hanno votato altri candidati sindaco. Potrebbero quindi essere determinanti eventuali accordi con i candidati rimasti fuori, in particolare con Franco Sica che ha ottenuto il 25.03 % dei consensi assicurandosi almeno due posti in consiglio comunale che potrebbero diventare tre in caso di vittoria di Voza. D’altronde il giorno dopo le elezioni sia Italo Voza che Franco Palumbo hanno affermato di essere aperti ad eventuali accordi con altri schieramenti.

«Abbiamo già avuto un incontro sia con Italo Voza che con Franco Palumbo. – spiega Franco Sica – Abbiamo ricevuto delle proposte e ci siamo riservati di rispondere in quanto stasera è prevista una riunione con la coalizione per decidere la strategia da intraprendere, non solo per il ballottaggio ma anche per il futuro visto che saremo rappresentati da due consiglieri in Consiglio comunale. Ci tengo a precisare che non saremo consiglieri di maggioranza o di minoranza ma saremo rappresentanti della coalizione “Franco Sica Sindaco” in Consiglio comunale. Al primo Consiglio chiederemo alla futura amministrazione comunale di recepire il nostro programma. Rappresenteremo i cittadini che ci hanno votato con progetti, proposte e vigilando sull’azione dell’amministrazione, favorevoli a votare progetti che combaciano con quelli che sono i progetti del nostro programma».

Non ha preso ancora nessuna decisione ufficiale nemmeno la coalizione di Nicola Ragni che ha ottenuto l’8.44 % dei consensi e un posto in Consiglio comunale. «Al momento l’idea è di non prendere una posizione. – spiega Nicola Ragni – Ma di lasciare che ognuno voti come preferisce. Tuttavia stasera è prevista una riunione con la coalizione e ne parleremo. Personalmente non ho avuto incontri con i candidati al ballottaggio». Dal canto loro i Cinque Stelle hanno sempre dichiarato che non avrebbero mai accettato accordi con nessuno degli altri candidati.

In caso di vittoria di Italo Voza in maggioranza entrerebbero cinque tra consiglieri e assessori dell’amministrazione in carica (Domenico Nese, Luca Sabatella, Pasquale Mazza, Donatella Pannullo e Eustachio Voza). Nel caso vincesse Franco Palumbo, due: Lucio Conforti che faceva parte della maggioranza e Nino Pagano, eletto in maggioranza cinque anni fa e poi passato all’opposizione.

Clicca qui per commentare

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Correlati

Top